Juventus, un voto al mercato: nessun ritocco alla rosa

Le ore 20:00 della giornata di ieri hanno sancito la fine di una sessione invernale di mercato che, da qualche anno a questa parte, non vede figurare tra le reali protagoniste la Juventus, prevalentemente proiettata al futuro.

Un futuro che porterà in bianconero, dopo un grande investimento, Dejan Kulusevski, centrocampista esploso nei suoi primi sei mesi al Parma, dove rimarrà fino a giugno. Un’operazione particolarmente significativa dal punto di vista tecnico e progettuale, viste le indubbie qualità del giocatore svedese.

I soldi spesi per il suo acquisto sono rientrati nelle casse torinesi grazie alla cessione di Emre Can, già fuori dalle rotazioni in questa prima parte di stagione. A salutare il club piemontese, poi, anche Mario Mandzukic e – temporaneamente – Marko Pjaca e Mattia Perin.

Ciò non è bastato a soddisfare i tifosi, fortemente perplessi dall’assenza di colpi in entrata. Il popolo pluristellato premeva infatti su nuovi innesti, non tanto per l’esigenza di rinforzare una rosa già di grande livello, ma per affrontare al meglio l’emergenza infortuni, che potrebbe ostacolare il percorso della squadra in campionato, Coppa Italia, ma soprattutto Champions League.

Il reparto più bersagliato dai problemi fisici è senza dubbio la difesa, che ha perso Demiral e Danilo, ma che vedrà rientrare tra non molto Giorgio Chiellini, colonna portante del reparto. Uscito dall’infermeria Maurizio Sarri ritroverà anche Khedira, profilo d’esperienza in un centrocampo che non sempre convince, ma dovrà sperare in una primavera più fortunata per la sua compagine.

La Vecchia Signora si avvicina dunque ad una sufficienza in pagella, data da conti che respirano e furbizia in ottica estiva: si poteva comunque fare di più.

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.