La Serie A riparte tra l’incertezza: cosa ne sarà dei giocatori in scadenza il 30 Giugno?

Il calcio italiano si appresta a ripartire, sarà questa la settimana della ripartenza. Venerdì e sabato riprenderà la CoppaItalia, con la finale in programma il 17 Giugno e poi spazio alla Serie A.

Dopo mesi di stop ma soprattutto di incertezze, qualcosa si è mosso e la ripresa sarà un ulteriore passo in avanti verso la tanto attesa normalità. Ciò che ancora rimane incerto è la situazione legata ai contratti in scadenza il 30 Giugno. Tanti, forse troppi giocatori (se ne contano 55 in Serie A) che vedranno il proprio contratto terminare in quello che sarà il pieno della stagione. In tempi normali, il 30 Giugno era la data in cui si chiudeva la stagione, la data che precedeva l’inizio di quella successiva e l’inizio del calciomercato. Quest’anno invece no, il 30 Giugno corrisponde, più o meno, al 30 Marzo degli altri anni ed i contratti scadranno proprio in mezzo alla stagione agonistica.

La situazione non è stata ancora risolta, il presidente dell’AssoAgenti Giuseppe Galli ha recentemente dichiarato come l’incertezza la fa ancora da padrone e non si ha una soluzione chiara e concreta. In teoria i giocatori possono rifiutarsi di scendere in campo e giocare dopo quella data, in pratica però dovrebbe essere trovato un accordo per prolungare. Quel che è certo è che i giocatori che dall’1 Luglio sarebbero volati destinazione nuove squadre (Kulusevski alla Juventus e Petagna al Napoli) non lo potranno fare fino al 2 Agosto, data di chiusura ufficiale della stagione. Con i club impegnati in Champions League, che si prorogherà fino alla fine di Agosto, la situazione diviene ancor più complessa. In aggiunta a questo anche la questione assicurativa, con le polizze dei giocatori che dovrebbero subire una rinegoziazione.

Lo scenario rimane dunque complesso, il calcio italiano è pronto a ripartire ma i temi più caldi sono ancora irrisolti: a quando un quadro più chiaro?

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.