L’alba di una nuova era

Arriva un momento, in qualsiasi gruppo di lavoro, nel quale si sente la necessità di rinnovarsi, dove c’è la voglia da parte dei componenti del gruppo di trovare nuovi stimoli altrove. Questo è quello che potrebbe succedere di qui a poco alla Juventus.

La società bianconera è riuscita dall’estate 2011 fino ad ora a costruire una squadra che rimanesse ai vertici del calcio italiano e non solo che ha mantenuto una continuità incredibile, proprio per la voglia di arrivare e di raggiungere grandi successi dei calciatori.

Come in tutte le grandi aziende però, ci sono stati momenti non troppo felici, come le due Finali di Champions e di Supercoppa Italiana perse, ma il gruppo ha sempre trovato la forza di rialzarsi e ripartire, pronti a centrare l’obiettivo successivo.

Tutto ciò è stato reso possibile dal gruppo storico composto da Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichsteiner e Marchisio, presenti in tutti e questi anni di trionfi, e che hanno rappresentato una linea di continuità tra presente e recente passato.

Come detto prima, come in tutti gli ambienti di lavoro, l’età avanza, e talvolta la proprietà deve, anche se a malincuore, rinunciare a dipendenti storici della propria attività per inserire giovani volenterosi di proseguire il percorso tracciato dai predecessori.

La stagione che verrà potrebbe essere l’ultima per molti degli interpreti di questi sei anni che hanno scritto la storia del calcio italiano, su tutti Andrea Barzagli e Gianluigi Buffon. C’è da scommettere che entrambi i giocatori vogliano chiudere la pluriennale esperienza in bianconero lasciando un segno indelebile nella mente dei propri tifosi, così come tutto il resto della rosa che verrà costruita dalla società, con l’obiettivo di raggiungere ancora traguardi importanti.

La fine della prossima stagione rappresenterà per tutto il mondo Juve l’alba di una nuova era. Un nuovo ciclo da aprire, nuovi giocatori, ma con lo stesso obiettivo: vincere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.