Christian Minardi racconta Giacomo Venturi: “Una sicurezza in Lega Pro”

Quello di Christian Minardi è uno di quei nomi che si presenta da sé. Dopo anni passati a volare da un palo all’altro, appesi i guantoni al chiodo, è passato dall’altro lato del campo con varie esperienze sia come osservatore che come preparatore in club importanti come Nocerina, Imolese, Carpi e Tuttocuoio, a cui si aggiunge quella accumulata in India.

Oggi, l’ex estremo difensore del Potenza, studia i nuovi numeri uno del calcio italiano, e non solo, puntando sempre alla crescita professionale. In esclusiva per ZonaCalcio.net, ha analizzato Giacomo Venturi, portiere del Reggio Audace Football Club.

Ecco le parole di Minardi su Giacomo Venturi.

“Venturi è un portiere che per caratteristiche somiglia a Peruzzi, non altissimo ma comunque imponente, con i suoi  1.82 cm per 79 kg.. Buona struttura nella parte superiore del corpo, ha spalle larghe che lo aiutano nelle palle alte a contrastare e ad andare a contatto con gli avversari. Grande forza negli arti inferiori, con ottima esplosività e reattività. Bravissimo nell’utilizzo dei piedi, in particolare il destro, e nella gestione/nel dirigere la difesa. Ha una grande personalità, è un leader in campo e negli spogliatoi. Molto propositivo nelle uscite alte, nonostante l’altezza non eccelsa.

Tra i pali è un gatto: grande elasticità e reattività, nelle uscite basse è molto coraggioso. Ad esempio, in ritiro ha avuto problemi alla testa per uno scontro rimediato in partitella contro un compagno di squadra, tant’è che sta utilizzando un caschetto per proteggersi. Nell’uno contro uno ha un’ottima scelta di tempo per andare a contrasto.

Ho avuto la fortuna di allenarlo a Bellaria, in collaborazione con Andrea Spinelli, che è l’allenatore portieri del Rimini. Si è dimostrato sempre un grande uomo e un ottimo professionista. Personalmente ritengo sia un portiere che potrebbe fare la Serie B, purtroppo l’anno in cui avrebbe dovuto fare lo step in più, ovvero quando giocava nella Cremonese, ebbe un infortunio alla caviglia sinistra che gli tarpò le ali.

Cresciuto nel settore giovanile del Bologna, ha partecipato ad un Mondiale giovanile con l’Italia u17, ha giocato a Bellaria in Lega Pro, Gubbio in Lega Pro – Prima Divisione, San Marino uguale, nella Cremonese in Lega Pro. Dopo essersi fatto male andò a metà anno alla Vis Pesaro, in Serie D, e poi giocò per tre anni a Ravenna, dove vinse il campionato e giocò altri due campionati di Serie C. Adesso è alla Reggiana. Lo ritengo un portiere che in Lega Pro fa la differenza”.

Antonio Di Martino

Studente di Economia Aziendale, diplomato in ragioneria, con la passione per il calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.