Gragnaniello a ZC: “Sono direttore di un centro sportivo, con l’Aic quante soddisfazioni. L’Avellino ha due fenomeni”

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Raffaele Gragraniello, ex calciatore e fiduciario AIC, riferimento INAIL per calciatori ed ex professionisti, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulle vicende di alcune delle sue ex squadre e su tanto altro, ecco quanto emerso:

Il presente di Raffaele Gragnaniello – “Per due anni ho collaborato con le famiglie Merolla e Matrone, per le quali nutro tanta stima, nella gestione di una struttura sportiva, che porta il nome proprio di Marco Merolla. Di tale struttura adesso sarò il direttore responsabile ed organizzativo, sono molto entusiasta di questa nuova avventura e mi sento molto motivato. Nella mia vita il mio lavoro è stato sempre il mio hobby e spero di trasmettere tutta la mia passione a coloro che frequenteranno il centro, dove in particolare modo è stata istituita un’accademia dei portieri affidata alle sapienti mani di Carmine Amato, in passato estremo difensore professionista ed allenatore professionista.”

Aic – “Lavorare per l’Aic non credevo che potesse regalarmi così tante soddisfazioni, invece ho ottenuto un grandissimo consenso, sono molto felice della stima dei tanti calciatori che credono nella mia persona, sicuramente c’è tanto lavoro da fare. Inoltre ci tengo a ringraziare il mio tutor l’attuale presidente Aic, Umberto Calcagno, una persona davvero perbene, che coordina in maniera eccezionale il mio lavoro con quello dell’avvocato Fabio Poli.”

De Angelis nuovo tecnico del Sant’Agnello – “Sono davvero contento per Gianluca, lo vedo bene in questa nuova esperienza, parliamo di un ragazzo eccezionale, che ha qualità umane e calcistiche importanti, inoltre gli attaccanti quando si siedono in panchina hanno sempre una marcia in più.”

Juve Stabia – “Non me l’aspettavo questa retrocessione, è stata davvero una bella botta, ma ci sono tutti i presupposti per ripartire in Lega Pro con un progetto importante basato sulla programmazione a lungo termine.”

Casertana – “Il presidente D’Agostino in questi anni ha speso abbastanza, già la scorsa stagione ha cercato di ringiovanire la squadra, puntando su un progetto che già aveva iniziato ottimamente Ciro Ginestra, finalizzato a gettare le basi per il futuro, in tal senso sarà determinante anche la questione stadio.”

Avellino – “Il prossimo anno vedo molto bene l’Avellino, che può fare affidamento su un presidente ambizioso, il quale ha deciso di puntare su due fenomeni come il direttore Di Somma e mister Braglia, che sono convinto che daranno vita ad una bella macchina.”

Serie C e i giovani – “Dalle squadre di C mi aspetto una maggiore programmazione con un’attenzione alla parte economica, ben venga puntare sul minutaggio dei giovani, ma soprattutto bisogna sviluppare i settori giovanili. In tal senso merita un plauso la Cavese, che sta investendo sul vivaio, avvalendosi di figure professionali di altissimo valore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.