Bruno Cirillo a ZC: “La Reggina è uscita allo scoperto, Cevoli e Taibi profili giusti. Felice per il popolo salentino, Meluso costruirà un Lecce all’altezza”

Un legame indissolubile unisce Bruno Cirillo alla Reggina, squadra che l’ha visto crescere e diventare un calciatore importante, che non ha mai dimenticato quei colori nel corso della sua carriera, dimostrando il suo immenso amore per questa piazza ritornando ad indossare la maglia amaranto in uno dei momenti più complicati della storia del club calabrese, contribuendo ad un’importante salvezza in un play-out da cardiopalma contro il Messina. L’ex difensore è legato ad un’altra importantissima piazza del Sud, il Lecce, con il quale ha vinto un campionato di B. Adesso Cirillo è un procuratore che sta mettendo a disposizione tutta la sua esperienza per far crescere tanti ragazzi, che già si stanno mettendo in luce in questo campionato di C, tra i quali Salandria, Sounas e Rotas.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Bruno Cirillo, il quale si è soffermato sul nuovo progetto della Reggina, sulla promozione del Lecce in B e su tanto altro.

Lecce – “Sono felice per l’intero popolo salentino, faceva male vedere 15’000 persone costrette a seguire la propria squadra in C. Il Lecce ha meritato di andare in B.”

Ricordi – “Il mio primo anno è stato molto triste,  visto che siamo retrocessi. Ma l’amarezza di questa stagione è stata sopperita dalla grande gioia provata con la vittoria del campionato di B.”

Mercato – “Sicuramente dovranno fare qualcosina ma il direttore Meluso è una garanzia in tal senso, ovviamente bisogna puntare sulla base che ha vinto il campionato.”

Copertina – “L’uomo copertina del Lecce è stato sicuramente il tifo, i calciatori hanno fatto il massimo, ma il pubblico è sempre stato vicino alla squadra, anche nei momenti di difficoltà non hanno fatto mancare il loro apporto.”

Liverani – “E’ un allenatore relativamente giovane, ed in passato è stato un grande calciatore, sono convinto che Fabio farà una grande carriera, e già ha dato dimostrazione del suo valore con la promozione di Lecce.”

Progetto – “I propositi della Reggina sono molto positivi, la società è uscita allo scoperto, provando a ripartire con un progetto ambizioso, questa piazza aveva bisogno di ritrovare un po’ di entusiasmo. Credo che nell’arco di tre anni questa società si potrà togliere delle belle soddisfazioni.”

Taibi – “Ho avuto la fortuna di giocare insieme a Massimo (Taibi), parliamo di una persona straordinaria, che si sta imponendo nelle nuove vesti di direttore, uno che può dare tanto al nuovo progetto della Reggina.”

Cevoli – “Quando ero in primavera, lui giocava in prima squadra, secondo me sarebbe la persona giusta, mi piace che la Reggina punti su profili giovani, non lo conosco come tecnico, ma è sicuramente un ragazzo che ha un grande rispetto della piazza.”

La redazione di Zonacalcio ringrazia Bruno Cirillo per la cortesia e disponibilità. L’intervista può essere riprodotta, parzialmente o integralmente, solo su autorizzazione della Direzione di Zonacalcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.