Esclusiva ZC, Cuccureddu: “La Juve ancora la squadra da battere”

In esclusiva a Zonacalcio.net è intervenuto mister Antonello Cuccureddu, che ci ha parlato dell’andamento del mercato

Cuccureddu, visto l’andamento del mercato fino ad ora, pensa che la Juve sia ancora la squadra da battere?
“Secondo me si, senza ombra di dubbio. La Juve è sempre da battere, ormai da cinque o sei anni. Il fatto che abbia vinto il sesto scudetto consecutivo ne è la dimostrazione. Non credo che la partenza di alcuni giocatori abbia potuto indebolirla, assolutamente, sarà sempre tra le protagoniste. Bisognerà vedere cosa faranno le altre”

Bonucci è andato via per andare al Milan. Se lo aspettava Cuccureddu?
“No, non me lo aspettavo. Anche se al giorno d’oggi non bisogna sorprendersi più di nulla. Bisogna aspettarsi di tutto dai giocatori, non ci sono più le bandiere di una volta. Devono capirlo anche i tifosi. Ormai è solo un mero business, girano talmente tanti interessi che non conta altro che il Dio danaro. Si vede che non erano più in buoni rapporti ed ha fatto bene a cambiare aria, la Juve non ha mai trattenuto nessuno. E’ sempre stato nel loro stile, un campione vale l’altro”

Cuccureddu, lei passò dalla Juve alla Fiorentina. Bernardeschi l’inverso.

“Ripeto, i calciatori vanno e vengono, questo devono capire i tifosi”

“Ognuno è libero di decidere della propria carriera sportiva al di là del colore della maglia. E’ un ottimo acquisto secondo me. Rinforzerà sicuramente l’organico sotto l’aspetto tecnico. Sono in tanti ora lì davanti, ma ho sempre affermato che i bravi giocatori non si pestano i piedi. Grazie al loro acume tattico saranno in grado di trovare la giusta collocazione in campo senza darsi fastidio. Ora l’importante è averceli questi calciatori”

Cosa pensa della situazione dei Della Valle con la Fiorentina?
“Mi sto informando poco, e non so quello che succede all’interno. Se dovessero decidere di vendere avranno i loro buoni motivi. E’ chiaro però che la Fiorentina è una squadra che deve stare sempre ai vertici, perchè così vuole la tradizione. Ma se vuoi competere con le altre devi investire, altrimenti farai sempre un campionato un po’ anonimo. Ma sono certo che si creeranno i presupposti giusti per disputare una buona stagione, perchè i tifosi lo meritano. Pioli è un ottimo allenatore, bisogna lasciarlo lavorare”

Il suo futuro?
“Non lo so, se dovesse arrivare qualcosa di importante, con un progetto serio, valuterò se rientrare. E’ dall’anno scorso che non lavoro dopo la particolare esperienza di Grosseto. Ci sono troppe cose che girano introno alle squadre, purtroppo”

Raffaele Pisaniello

Si ringrazia il sig. Antonello Cuccureddu per la disponibilità e cortesia.

RIPRODUZIONE RISERVATA. PER RIPORTARE PARZIALMENTE O INTEGRALMENTE L’INTERVISTA CHIEDERE AUTORIZZAZIONE ALLA REDAZIONE ZONACALCIO.NET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.