Edgar Cani a ZC: “Per sempre grato a De Biasi, Gattuso un predestinato. Il nostro Pisa aveva gli attributi, quest’anno si è peccato di inesperienza”

Edgar Cani è un attaccante che ha lasciato tanti bei ricordi nelle piazze in cui ha giocato, non solo per le sue abilità realizzative, ma anche e soprattutto per la sua generosità e lo spirito battagliero che da sempre lo caratterizza. A Pisa soprattutto Cani è stato protagonista di una splendida promozione in B, ottenuta superando la corazzata Foggia di De Zerbi, adesso questo centravanti ha abbracciato il progetto Partizani, dove ambisce a raggiungere la Champions League.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Edgar Cani, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulla sua stagione, sulle sue ex squadre e su tanto altro.

Partizani – “E’ arrivata la chiamata del Partizani e mi ha allettato la possibilità di far parte di un progetto ambizioso, mi piaceva l’idea di vincere il campionato e di poter provare l’esperienza di giocare in Champions League. Purtroppo due infortuni hanno inciso sulla mia stagione, ed abbiamo raggiunto il quinto posto in classifica, che potrebbe rivelarsi utile per la qualificazione ai preliminari di Europa League. In questo momento credo che il mio futuro sia in Albania poi se arriveranno delle offerte importanti valuteremo.”

Che stagioni – “Ho vissuto un grande campionato a Bari, dove da terzultimi arrivammo a giocare i play-off, e sicuramente non posso non citare la strepitosa stagione con il Pisa conclusasi con la vittoria nella finale play-off contro il Foggia e la promozione in B. Contro il Foggia fu una doppia sfida difficilissima, quando guardammo i video della compagine pugliese, pensavo che fosse imbattibile, produceva un calcio spettacolare ma allo stesso si presentava forte anche sul piano caratteriale. Fummo bravi ad aggredirli e non giocare di contropiede, resistendo all’inferno dello Zaccheria e dimostrando di essere un gruppo eccezionale.”

Gattuso – “La scuola italiana è la migliore per quanto riguarda i tecnici, ma Gattuso è sempre stato un predestinato. E’ un tecnico dal carattere unico, un trascinatore, una persona attenta ai dettagli, parliamo di un vero leader. Nonostante le grandi difficoltà nella seconda stagione incontrate a Pisa, ero convinto che Gattuso si sarebbe imposto al grande calcio anche in queste vesti.”

De Biasi – “Sono molto legato a De Biasi, con lui è arrivata la gioia della chiamata della nazionale albanese.”

Pisa – “Quest’anno ho seguito il Pisa, conosco l’ambiente e la dirigenza, credo che abbiano peccato di inesperienza, nonostante sia stata allestita una grandissima rosa, composta da singoli di spessore. In una stagione bisogna sapere gestire i momenti brutti.”

Petrone – “Ha fatto un buon lavoro visto che è arrivato a stagione in corso, bisogna concedergli una possibilità.”

Catania – “Il Catania ha una struttura di società importante, che cura ogni minimo dettaglio, mi è dispiaciuto che non è arrivato in finale.”

Ronaldo, Luis Nazario da Lima – “Ho sempre ammirato Ronaldo “Il Fenomeno”, è stato il più forte di tutti i tempi, ha introdotto un nuovo modo di fare calcio. Il brasiliano era in grado di scardinare qualsiasi forma di raddoppio.”

Nazionale e gol all’esordio – “Pochi giorni prima della convocazione, era venuto in Polonia il secondo di De Biasi che mi aveva anticipato una possibile chiamata della nazionale albanese, ma mai a pensare che alla prima sarei stato titolare, trovando la rete all’esordio dopo soli tre minuti.”

Finale – “Credo che alla fine la spunterà il Siena, è una compagine molto coriacea, dotata di una mentalità vincente. I toscani sembrano avere una spinta in più.”

Mondiali – “Sono tifoso dell’Inghilterra, ma anche molto appassionato della nazionale brasiliana.”

ZonaCalcio ringrazia Edgar Cani per la cortesia e disponibilità. Riproduzione riservata: l’intervista può essere riprodotta integralmente o parzialmente su autorizzazione della Direzione di ZonaCalcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.