Horacio Erpen a ZC: “Dispiace per tutte le persone di Arezzo, Moscardelli e i ragazzi sono tutti grandi professionisti. Questa piazza non deve morire”

La redazione di zonacalcio.net ha intervistato in esclusiva Horacio Erpen, anima argentina, talento cristallino e gol da cineteca.

Il funambolo albiceleste, ai nostri microfoni ha parlato della triste vicenda che sta colpendo una delle piazze più importanti del campionato di C, l’Arezzo. Erpen ha indossato la maglia amaranto, per ben tre periodi diversi della sua lunga carriera, ed infatti la scorsa stagione è stato uno dei protagonisti del buon campionato del club toscano. Il calciatore ai nostri microfoni ci ha tenuto a dimostrare tutta la sua solidarietà per i suoi ex compagni e per la piazza, alla quale è fortemente legata, auspicando un lieto fine per questa ennesima triste pagina del nostro calcio.

Cavallino rampante – “Ho vissuto la piazza di Arezzo in tre periodi diversi della mia carriera, ho conosciuto davvero tante persone che provano un’immensa passione per il cavallino rampante e che hanno in qualche modo rappresentato la storia di questo club. Conosco gran parte dei ragazzi che stanno vivendo questa situazione, certamente non mi fa piacere vederli così, parliamo di calciatori dai valori importanti che non meritano ciò.”

Cambiare – “Nella mia carriera ho vissuto in alcune piazze vicende difficili ed in parte simili a quella che stanno sopportando i miei ex compagni di squadra. Sicuramente loro sapranno onorare la maglia, purtroppo situazioni del genere stanno dilaniando grandi piazze. Fa stupore vedere realtà in apparenza solide crollare in questo modo, purtroppo ci vanno di mezzo famiglie, lavoratori ed appassionati di questo sport. Bisognerebbe cambiare il sistema, partendo da chi gestisce le società.”

La scorsa stagione – “L’anno scorso abbiamo vissuto una stagione da protagonisti, la società aveva allestito una rosa importante. Ho vissuto la mia ultima esperienza in amaranto senza problemi e nella massima serenità, davvero non ci mancava nulla.”

Legame – “La passione che la gente prova per la maglia amaranto è unica, c’è un legame fortissimo intorno a questa piazza, e ciò è uno dei motivi che mi ha spinto a ritornarci più di una occasione ben volentieri.”

Campioni – “Davide è l’emblema dell’Arezzo, un punto di riferimento per tutti i suoi compagni di squadra. Inoltre nella rosa ci sono altri calciatori che hanno vissuto tanti anni di professionismo, e che sicuramente in tale situazione daranno il massimo. Dispiace tanto da fuori assistere a questa triste vicenda, spero tanto e ne sono sicuro che i tifosi si raccoglieranno intorno a questi ragazzi. Mi auspico l’intervento degli imprenditori locali. Arezzo non deve morire.”

ZonaCalcio ringrazia Horacio Erpen per la cortesia e la disponibilità. L’intervista, parziale o integrale, può essere riprodotta solo su autorizzazione della Direzione di ZonaCalcio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.