ESCLUSIVA – Paramatti a ZC: “Spal piazza magnifica. Grande merito a Semplici e alla società. Bologna, ti è mancato un leader!”

La redazione ZonaCalcio.net ha parlato con l’ex Spal e Bologna Michele Paramatti, il quale ci ha parlato del momento d’oro della squadra di Ferrara in modo approfondito

Spal, i ricordi della piazza“Periodo molto bello perché c’è stata la risalita in Serie B e abbiamo vissuto  sulla nostra pelle lo stadio che mano a mano si riempiva sempre di più. Come sta succedendo ora, l’entusiasmo è alle stelle e i tifosi se lo meritano. “

Semplici  – “L’allenatore è stato bravo a dare a tutti le opportunità per dimostrare il proprio valore, ognuno di loro ha dato il proprio contributo questa stagione. Ad ogni modo, bisogna dare anche i meriti alla società che non ha stravolto la squadra ma ha fatto acquisti mirati e importanti, riconoscendo il valore del gruppo già lo scorso anno.”

Giocatore rivelazione “Mi sono piaciuti diversi giocatori ma credo che la stagione di Kevin Bonifazi sia stata importante, considerando la giovane età ha un’ottima sicurezza nelle giocate difensive. Da non dimenticare i gol stagionali nonostante il ruolo di difensore.”

Antenucci e Floccari in Serie A“Penso che in generale non andrà stravolta la squadra ma bisognerà fare innesti di esperienza. E’ la cosa migliore da fare. Per la società è comunque un traguardo speciale, con i giusti inserimenti di giocatori di categoria possono fare un campionato tranquillo.”

Bologna, la stagione rossoblu – “E’ stato un campionato in cui gli uomini di Donadoni hanno raggiunto la salvezza con largo anticipo, complice le tre squadre di bassa classifica che non sono mai state all’altezza dalla permanenza in A. Il vero problema del Bologna è la mancanza di un leader: i rossoblu hanno perso parecchi punti anche nel finale di gara. Con un giocatore carismatico nel gruppo, certe situazioni come queste si sarebbero potute evitare. Inoltre, è mancato un attaccante che potesse garantire 10-15 gol.” 

Destro e Donadoni“Per quanto riguarda il mister non ho il minimo dubbio, deve essere confermato assolutamente. Ha valorizzato diversi giocatori e dev’essere una pedina fondamentale nella rinascita del club. Per il numero dieci secondo me può rimanere ma ha bisogno di un altro attaccante che gli fa da spalla, unica punta fa molta fatica.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.