Gianfranco Lucariello a ZC: “La piazza merita di vincere. Approccio? In campo si deve scendere col coltello fra i denti”

Gianfranco Lucariello, giornalista sportivo, è intervenuto in esclusiva nel programma televisivo ZonaCalcio in onda su RadioStereo5Tv, ecco quanto emerso dalle sue parole:

 

Napoli“Per ora le prime partite di campionato ci hanno consegnato una squadra che è un misto fra il lavoro di Ancelotti e Sarri. Col tempo poi vedremo sempre di più la mano del tecnico ex Bayern Monaco. I partenopei peccano al momento di personalità, forse dorme ancora sugli allori dello scorso campionato, c’è un pizzico di presunzione. Ci si deve rimboccare le maniche e ricominciare.”

Aspettative“Ancelotti per vincere ha avuto a disposizione degli organici di primissimo ordine. La rosa del Napoli è notevole, tutto dipende però dai risultati. Il gioco è relativo. Dobbiamo vedere da qui a dicembre come andranno le cose, ora è prematuro dare giudizi. “

Approcci sbagliati“Storicamente il Napoli ha questo problema, ci si deve andare in campo già col coltello fra i denti. Sottovalutare l’avversario porta a ciò. Dal punto di vista tattico poi Ancelotti vuole la palla lunga, i lanci, tutti accorgimenti a cui i calciatori devono abituarsi.”

Piazza“I tifosi meritano di vincere, ma parlando di ciò la società tende a parlare di altro. Partendo dai fatturati, dei quali ci si lamenta perché la Juventus fattura il doppio rispetto al Napoli. Tutto ciò viene però poi smentito quando si perde contro squadre di livello inferiore. La piazza è ormai stufa di scuse.”

Obiettivi “Il presidente vuole vincere la Champions. Io penso che sia un traguardo irraggiungibile, visto anche il livello degli altri club. Lui è però consapevole che l’organico ha disposizione non è adeguato per conquistare il primo posto in campionato e allora ha puntato sulla competizione europea.”

Mercato“Il Napoli ha avuto un anno e mezzo per risolvere il rebus portiere, ma si è ridotto agli ultimi giorni prima del ritiro per acquistare Meret. Poi è stato preso Fabian Ruiz, ma probabilmente sarebbe servito un regista ed un attaccante di peso. Servivano due-tre calciatori di livello esperto.”

ZonaCalcio ringrazia Gianfranco Lucariello per la cortesia e la disponibilità. L’intervista, parziale o integrale, può essere riprodotta solo su autorizzazione della Direzione di ZonaCalcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.