Guido Carboni a ZC: “Spero che Calori finisca alla grande questo campionato. Per la Juve Stabia sarà una partita proibitiva contro questo Catania. Di Piazza merita più continuità”

Uno dei tecnici maggiormente preparati e competenti del nostro movimento è sicuramente Guido Carboni, il quale nel corso della sua carriera ha sempre guidato panchine importanti, come nella scorsa stagione quella della Juve Stabia, con la quale raggiunse gli ottavi di finale dei play-off, dove venne eliminato in maniera “rocambolesca” dalla Reggiana. Un allenatore molto ambito che viene spesso accostato a grandi piazze, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulla stagione attuale e su questo scoppiettante finale di campionato del girone C, sui protagonisti di questa lotta al vertice e su tanto altro.

Catania-Juve Stabia – “Spero di sbagliarmi, perché rimango un tifoso della Juve Stabia e un amico di Fabio (Caserta) e sono legato alla piazza stabiese, ma credo che sarà una partita davvero ostica contro un Catania che ha il vento in poppa e al Massimino ci saranno 15’000 spettatori. Per la Juve Stabia credo che sarà una partita molto proibitiva.”

Evacuo – “Evacuo l’ho avuto per due anni, sia a Viterbo che con il Benevento, un calciatore fantastico che non mi meraviglia più, oltre che un ragazzo serio.”

Lotta al primato – “La qualità della rosa del Trapani è indiscutibile, sicuramente la sfida contro il Catania diventerà lo spartiacque della stagione, chi perderà la partita sarà automaticamente escluso dalla lotta al primato. Per il Lecce invece non c’è più margine di errore.”

Finale di stagione – “Sarà un campionato apertissimo con sfide mai scontate, in questo finale la condizione atletica farà la differenza.”

Calori, Lucarelli e Liverani – “Alessandro è un aretino come me, abbiamo giocato insieme e spero che finisca alla grande questo campionato. Liverani e Lucarelli sono due ragazzi che stanno facendo una grande carriera, e che hanno vissuto in momenti diversi situazioni delicate, soprattutto  il tecnico degli etnei ha dimostrato carattere, mettendoci sempre la faccia. Liverani deve superare il calo di flessione subito dalla propria squadra, ma comunque andrà la stagione, entrambi cresceranno notevolmente grazie anche a tali esperienze.”

Lecce – “A gennaio il Lecce ha preso Saraniti, un calciatore che ha meritato a suon di gol questa piazza, così il club salentino è andato a rafforzare il proprio reparto offensivo, ma questo innesto forse ha rischiato di incrinare qualche equilibrio, visto che io ho avuto Di Piazza, che reputo un ottimo centravanti ma che ha bisogno di sentire la fiducia intorno a sé. Non è facile trovare i giusti tasselli nel mercato invernale, visto che oltre la qualità di un calciatore, entrano in gioco altre dinamiche. A prescindere da questa valutazione, il Lecce deve tornare immediatamente alla vittoria e sperare in un mezzo passo falso delle dirette rivali.” 

Curiale – “Ogni attaccante deve essere nelle condizioni tattiche e psicofisiche di incidere e di essere determinante. Curiale in tal senso può essere schierato con più moduli. Quando sta bene, ha le qualità per fare la differenza in questa categoria.”

ZonaCalcio ringrazia il Mister Guido Carboni per la cortesia e la disponibilità. L’intervista, parziale o integrale, può essere riprodotta solo su autorizzazione della Direzione di ZonaCalcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.