Orsi a ZC: “Un pari nel derby non serve a nessuno, alla Lazio mancano i gol dei centrocampisti. Strakosha buon portiere, non dimentico il mio primo derby”

Fernando Orsi è stato uno dei protagonisti di un calcio che non c’è più, dove eravamo un modello e un esempio per il resto del mondo, in un’epoca d’oro del nostro movimento, quando a fare la differenza era l’uomo e non il calciatore. L’ex portiere di Lazio e Parma tra le tante, è la testimonianza del significato di giocatore negli anni ’80-’90, persone vere che sono rimaste, nonostante il successo calcistico, se stesse, che non si sono mai poste su un piedistallo, sempre disponibili e pronte a regalare gioie concrete e dirette ai propri tifosi e ai semplici appassionati di questo sport.

Lazio-Milan – “Non subire reti è una buona cosa, ovvio che si dovranno valutare le condizioni fisiche e il momento delle rispettive squadre tra due mesi. Ho visto una buona Lazio, un Milan un po’ deludente, che dipende molto da Piatek. Bastos ed Acerbi sono stati straordinari, la Lazio ha avuto predominio del gioco, sempre nei 16 metri, mi aspettavo i biancocelesti più dimessi e invece non è stato così.”

Derby – “Gli stimoli li trovi per forza, il derby si aspetta tutto l’anno e si lotta per posizioni importanti. In queste ultime due partite la Roma ha giocato male ma ha vinto, la Lazio invece ha offerto buone prestazioni che sono coincise con risultati positivi, entrambe devono vincere per avvicinarsi al Milan, e i biancocelesti devono riuscire a dare una sterzata al campionato vincendo contro una grande visto che finora non c’è riuscita.”

Problemi in attacco – “Immobile torna da un infortunio, è un generoso ma si vede che non è in condizioni ottimale. Il gol è un problema ma mancano le reti dei centrocampisti, mancano 10-15 gol quindi anche tanti punti, il solo Immobile non può risolvere tutti i problemi dell’attacco. Nonostante tutto, con il Milan la risposta della fase difensiva è stata perfetta, sontuoso Bastos, bravi Acerbi e Patric.”

Sfida tra portieri – “Non è facile per entrambi, Olsen ha già un’esperienza internazionale mentre Strakosha ha dato tanto allo Lazio, salvando in tante occasioni la porta biancoceleste e merita questo club. Olsen si è preso la porta della Roma con grande responsabilità, ha fatto qualche errore ma nello scenario mondiale non tanti balzano all’occhio.

Portieri – “Sirigu sta facendo un grande campionato, mentre riemerge la grande scuola italiana dei portieri con i vari Cragno, Audero, Perin e Meret.”

I miei derby – “I miei derby sono stati tutti belli ed adrenalinici,  giocandoli a Roma raggiungi l’apice di un sogno, mi ricordo la mia prima stracittadina nel lontano ’84 che si concluse con un pari pirotecnico 2-2, noi giocavamo per salvarci mentre i giallorossi erano i campioni d’Italia in carica.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.