Pasqualino Esposito: “Attualmente sono svincolato, a Pomigliano mi sono trovato molto bene, con la Frattese nulla di concreto”

Pasqualino Esposito è un difensore dal sicuro affidamento che nella scorsa stagione ha offerto il suo importante contributo per il progetto Pomigliano, il centrale attualmente svincolato, in esclusiva ai nostri microfoni si è soffermato sul suo futuro e su tanto altro.

La stagione – “Per motivi di natura personale ho deciso di accettare il progetto Pomigliano, l’inizio non è stato dei più semplici ma soprattutto nel girone di ritorno stavamo viaggiando ai ritmi forsennati, battendo le prime tre della classe, e subendo la bellezza di due sole reti, una su rigore e l’altra sugli sviluppi di un calcio d’angolo, in 14 incontri. Peccato per l’interruzione visto che potevamo giocarcela per il secondo posto.”

Futuro – “Attualmente sono svincolato, ci sono degli interessamenti provenienti da club di D ed Eccellenza, sono alla ricerca di un progetto importante e soprattutto serio. Personalmente mi sono trovato a mio agio a Pomigliano, in un contesto dove si può lavorare bene, pertanto se ci fossero i presupposti potrei anche rimanere in questa piazza. Inoltre ci tengo ad evidenziare che recentemente sono stato accostato alla Frattese, fanno sempre piacere certi voci, ma al momento non c’è nulla di concreto. “

Momento difficile – “È un momento difficile soprattutto per il calcio dilettantistico, tante società e presidenti sono in difficoltà, speriamo che ciò non comporti delle ripercussioni economiche in particolare per noi calciatori. Sinceramente credo che le istituzioni avrebbero potuto trovare altre soluzioni, concedendo ai club dilettantistici di poter almeno giocare i playoff. “

Carannante – “Con Carannante mi sono trovato molto bene, non lo conoscevo, ma si è creato immediatamente con lui un bel feeling.”

Marra – “Lo reputo un padre calcistico, mi ha dato la possibilità di impormi nel calcio professionistico, con lui ho vissuto stagioni importanti ed ancora oggi vi è un bel rapporto.”

Ritorno in Serie C – “Ci credo ancora di poter ritornare tra i professionisti, mi impegno tutti i giorni al massimo al fine di realizzare questo mio sogno. Sono uno che non molla mai e che cerca sempre di migliorarsi.”

Idoli d’infanzia – “Da piccolo ammiravo molto Nesta, attualmente reputo Sergio Ramos il migliore al mondo nel ruolo di difensore. “

Gli avversari – “Soprattutto in Serie C mi sono confrontato con tanti attaccanti di spessore basti citare i vari Moscardelli, Mazzeo, Miccoli, Iemmello ed infine Di Carmine.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.