Petrone a ZC: “E’ stata una soddisfazione vedere il cambio di mentalità del mio Rimini, ripartiamo con un progetto tecnico mirato. Sono convinto che l’anno prossimo si possa fare bene”

Mario Petrone è un che tecnico che vanta numerose esperienze nel calcio professionistico, un allenatore che dimostrato ampiamente il proprio valore, dando la possibilità a tanti giovani di mettersi in mostra, e che quest’anno è risultato determinante con il suo operato per la salvezza del Rimini, nel girone più competitivo di tutta la Serie C.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Mario Petrone, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sul percorso del Rimini, sulla prossima stagione e su tanto altro, ecco quanto emerso:

Soddisfazione – “La soddisfazione più grande è stato assistere al cambio di mentalità dei miei ragazzi, nonostante fossimo ultimi, abbiamo deciso di proporre un calcio offensivo, difendendoci dalla metà campo avversaria. Ci siamo riusciti in breve tempo grazie ad un gruppo eccezionale, raggiungendo l’obiettivo prefissato.”

Cambio di marcia – “Dopo tre giorni di lavoro ho capito di ritrovarmi con delle persone che volevano davvero imprimere un’inversione di marcia, ciò non era facile visto i 4 cambi di tecnico e di conseguenza di metodologia. E’ stato un percorso sereno e tranquillo.”

Virtus Verona – “All’andata è stata una partita interpretata nel modo giusto, peccato per l’episodio del gol e per l’occasione sprecata in particolare modo da Piccioni, nella sfida di ritorno abbiamo alzato il nostro baricentro ed eravamo fiduciosi di rimontare e di garantirci la permanenza in C.”

La gestione – “Quando sono arrivato vi erano delle situazioni da risolvere, visto che mi dovevo confrontare con un gruppo numeroso dove non vi era stato un impiego omogeneo di tutte le risorse. In tal senso ho cercato di recuperare dal punto di vista fisico, Brighi e Buonaventura, ragazzi che hanno dato il massimo in questo finale di stagione per il raggiungimento della salvezza.”

Futuro – “Sicuramente la società avrà fatto tesoro di quest’anno in Serie C, si ripartirà con un progetto tecnico mirato, basato su giovani di valore che possono portare il minutaggio e su esperti della categoria. Mi auguro che ci sia la serenità che ha caratterizzato il nostro finale di stagione.”

Abolizione delle liste – “Personalmente non cambia nulla, sono 21 anni che alleno e ho sempre dato spazio ai giovani che lo meritavano, discorso invece diverso per i calciatori, per i quali cambia tanto, visto che ci sarà più libertà di scelta. Inoltre mi piace l’idea che le società dovranno patrimonializzare i loro prodotti, andando a scovare talenti nelle categorie inferiori e nei loro rispettivi settori giovanili.”

Serie C – “Non è chiaro come verranno organizzati i prossimi gironi di Serie C, sicuramente il nostro obiettivo sarà di raggiungere una salvezza tranquilla, in un contesto dove ci potrebbero tante piazze blasonate, ma sono una persona ambiziosa che ha sempre fatto parlare il campo, pertanto il mio Rimini non deve precludersi nulla.”

Oltre il calcio – “Oltre al calcio, mi dedico al mio progetto sociale di inclusione che attraverso il relax, lo sport e il mare cerca di regalare dei momenti da ricordare a chiunque.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.