Procopio a ZC: “In C e D i campionati sono finiti. I club di Legapro sono quelli più danneggiati. Surreale prorogare dopo giugno”

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Gianluca Procopio.  il noto tecnico ai nostri microfoni si è soffermato sull’emergenza che sta mettendo in crisi il sistema calcio italiano e non solo, ecco quanto emerso:

Campionati finiti – “A mio modo di vedere per quanto riguarda serie C e serie D, purtroppo per questa stagione i campionati sono da considerarsi finiti.”

La più danneggiata – “È chiaro che i club di serie C saranno quelli che usciranno più danneggiati da questa assurda situazione venutasi a creare. L’unica via di uscita può essere la riforma della serie C che magari con gli introiti dei diritti tv potrebbe generare nuova linfa per le società di terza serie.”

Problematica molto seria – “Per quanto riguarda la riduzione degli stipendi non sono d’accordo se si prendono in considerazione le serie minori dove tanti giocatori guadagnano quanto o anche meno di un semplice stipendio ed hanno famiglie da mandare avanti. Quindi la problematica è molto seria!”

Intervento dell’Uefa – “Credo che un’eventuale interruzione definitiva della serie A verrebbe gestita dall’Uefa trattandosi di una situazione internazionale.”

Promozioni e retrocessioni- “Per quanto riguarda gli altri campionati saranno le leghe di appartenenza a definire in questa eventualità i criteri di promozione e di retrocessione, anche se credo che le retrocessioni saranno bloccate.”

Posticipare oltre giugno – “Vi sarebbero difficoltà da ogni punto di vista. Il 30 giugno è chiaramente una data crocevia: a partire dalle scadenze dei contratti, fino ai contributi, alle fideiussioni, idoneità, assicurazioni, e tante altre problematiche che nemmeno si possono immaginare. Ragion per cui sarebbe del tutto surreale immaginare una continuazione della stagione in corso dopo la data del 30 giugno.

Divario tra le categorie –  “Certamente c’è un netto divario tra queste categorie. Infatti vedrei di buon occhio la creazione di una categoria di semi professionismo come la vecchia C2 che potrebbe collocarsi tra C e D.”

Risorsa Betting – “Sicuramente si, perché sono al momento le uniche aziende che investono sponsorizzando nello sport e non ci vedo nulla di male.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.