Sandro Pochesci a ZC: “Hamsik, perché allontanarlo dalla porta? Dopo Sarri per i tifosi è difficile abituarsi. Il Napoli doveva “disturbare” Messi”

Il tecnico Sandro Pochesci è intervenuto in diretta telefonica nella trasmissione “ZonaCalcio” su Stereo5tv. Ecco le sue parole rilasciate ai nostri microfoni:

“I tifosi del Napoli, abituati a Sarri, difficilmente ora riescono a vedere il bicchiere mezzo pieno. Quello di Ancelotti sarà un Napoli che bada al sodo, bisogna dare fiducia e aspettare che alcune cose si concretizzino. Parliamo di uno dei migliori, ma non è facile venire dopo Sarri. Le ultime gare del Napoli che abbiamo visto, forse Sarri le avrebbe perse. L’errore che ha compiuto il Napoli quest’anno è stato quello di non aver dato ad Ancelotti dei grandi giocatori, un conto è essere grandi gestori, un conto grandi allenatori. Sarri è stato in grado di costruire dei campioni. I tifosi vogliono vincere, Ancelotti ha una rosa grandissima ma quello che manca è un centravanti, come mancano un centrocampista davanti alla difesa e un portiere. Io fossi stato nel Napoli sarei andato a disturbare Messi! Perché no? Doveva partecipare per vincere quest’anno. Hamsik? Se un giocatore è uno dei migliori nel suo ruolo io non lo cambio. Perché fare il play basso? Così lui ha più difficoltà a fare gol, perdiamo occasioni, perché allontanarlo dalla porta? Lui ha grandi qualità a livello realizzativo.  Pirlo fu un’intuizione, ma per quanto riguarda Hamsik non è un palleggiatore.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.