Sollitto a ZC: “Praet ha un futuro roseo, Tielemans in estate potrebbe partire”

In esclusiva ai microfoni di Zonacalcio.net è intervenuto il capo progetto dei giovani dell’Anderlecht ed esperto di mercato belga Vincenzo Sollito, che ci ha detto la sua sui primi mesi di alcuni calciatori approdati in estate dall’Anderlecht in Italia, con delle rivelazioni sul futuro di Tielemans.

 

Tra i giocatori arrivati in Italia in estate dall’Anderlecht, come valuta le loro prestazioni dopo questi primi mesi di campionato?

“Diciamo che se dovessi scommettere su qualcuno, io punterei su Praet; il problema ad oggi è che dovrebbe avere più continuità nel giocare. Se riceve scontinuità può andare in difficoltà, ma sono convinto che si toglierà e farà togliere grosse soddisfazioni ai tifosi della Samp; è stato fondamentale ad esempio nella vittoria dei blucerchiati a San Siro contro il Milan. Insomma è giovane, qualitativamente è superiore agli altri calciatori arrivati in estate; io l’ho avuto per due anni al Viareggio e può solo crescere, ed ampi sono ancora i margini di miglioramento”

Sven Kums invece, spesso e volentieri negli anni passati accostato al Napoli, è in prestito all’Udinese

 “Kums sta un pò subendo invece la stagione altalenante dell’Udinese, si sta facendo un pò trascinare dagli eventi di campo dei bianconeri. Ma ribadisco di certo che chi deve puntare sul futuro, punta su Praet. Ormai poi Sven è un ’88, quindi ha anche una certa età; però non si può dire neanche che stia facendo male, sta comunque dando il suo contributo”

Jordan Lukaku invece?

“Partito inizialmente bene, magari qualche pecca in fase di non possesso e difensiva, poi l’infortunio ha un pò rallentato il percorso di crescita. Io credo si sia approcciato bene al campionato italiano, ribadisco che ha una potenza esplosiva senza eguali, ma per la stazza fisica che possiede, dopo un infortunio di due mesi, per recuperare appieno la forma fisica, ha bisogno di più tempo”

Tielemans invece, dopo le voci della scorsa estate, è rimasto, come sue parole, per terminare il suo processo di crescita. Giugno 2017 l’anno buono per un suo trasferimento,magari in Italia?

“Si io credo di si, il prossimo mercato può essere decisivo. Sono tre anni che dico che doveva maturare, ed ormai il tempo è arrivato; bisogna vedere se arriva l’offerta buona. Per me, dovendo stilare una scaletta ipotetica, Inghilterra, Italia e Spagna; in Premier gli operatori di mercato sono molto più decisi nelle scelte, hanno con l’Anderlecht più voce in capitolo per il semplice fatto che quando vogliono un calciatore pagano la cifra e lo portano a casa. In Italia spesso se ne è parlato, con Juve ed Inter in testa, ma non sono mai state appieno convinte nel prenderlo e convincenti nel formulare offerte serie; avrebbero secondo me potuto opzionarlo in qualche modo, ma non hanno avuto quella ferma decisione di puntare sul ragazzo”

Mertens falso nueve in questi mesi si è tolto grandi soddisfazioni, visto che sta segnando reti a grappoli. Può togliere il posto che inizialmente era di Milik, visto il suo rientro?

“Che Mertens possa togliere il posto a Milik-Pavoletti in futuro io non credo; lui non è un attaccante, mentre gli altri due sono prime vere punte. In questi mesi ha fatto bene, ha assimilato molti movimenti che fanno gli attaccanti, ma la sua rapidità ed estro lo collocano o a destra o a sinistra. Io personalmente di certo non lo toglierei dalla formazione titolare, ma lo metterei sulla fascia insieme a Milik; negli anni passati entrava a gara in corso e spaccava le partite, giocava titolare e rendeva meno bene. Ora abbiamo visto che il ragazzo aveva solo bisogno di continuità per rendere ad alti livelli, perchè anche ora, giocando in un ruolo non suo, sta dimostrando di essere il calciatore fantastico che realmente è”

Raffaele Pisaniello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.