Vigiani a ZC: “Livorno, ora tutti uniti per la vittoria del campionato”

In esclusiva ai microfoni di Zonacalcio.net è intervenuto Luca Vigiani, ex centrocampista del Livorno. Ci ha detto la sua sul momento che sta attraversando la compagine di Sottil.

Vigiani, situazione del Girone A di Serie C che negli ultimi anni sta regalando sorprese. L’Alessandria che ha sciupato più volte l’occasione di promozione. Anche il Livorno, dopo aver avuto tanti punti di vantaggio, ha subito il ritorno del Siena

“Dopo tanti punti di vantaggio, per il Livorno subire il rientro del Siena sicuramente ha un pò demoralizzato. Sarebbe stato meglio giocare, vincere e avere due punti di vantaggio. Di certo pensandoci, essere dietro di uno può avere sui giocatori un effetto strano. Il Siena poi l’ho visto giocare, sono una formazione compatta, esprimono un buon calcio ed hanno ottime individualità. E di certo ora lì ci sarà euforia nei giocatori. Però il Livorno sicuramente ha tutte le carte in regola per riprendersi il primo posto. Sottil ha dimostrato di saper lavorare bene, il guaio è che ora non si può più sbagliare. Tutti uniti sono convinto che lotteranno fino alla fine per la vittoria”

Ora però può subentrare nei giocatori amaranto un pò di paura nel non farcela

“Qui c’è da fare una considerazione. In questi casi, o ti fai sopraffare dalla paura, o tiri fuori la reazione da grande squadra e dimostri la tenacia e la grinta per prendersi la B. E’ chiaro che solo vivendo lo spogliatoio puoi capire qual’è ora il morale degli atleti. Io conosco la città e la tifoseria, ci stanno mettendo tutto loro stessi per spingere la squadra alla vittoria. Vogliono undici guerrieri in campo, e gli staranno vicino per spingerli verso il traguardo. Sanno come essere il dodicesimo uomo in campo”

Un allenatore come gestisce certi tipi di situazione? Bisogna avere nervi saldi

“Anche qui è importante conoscere a fondo il gruppo che alleni. Questo a volte fa la differenza. Se hai un gruppo a cui basta poco per caricarsi ed avere la reazione giusta, tutto diventa più semplice. Se invece gli atleti hanno bisogno di essere rassicurati, seguiti, di non essere caricati di troppa pressione, devi agire diversamente. Solo Sottil conosce lo spogliatoio ed ogni singolo giocatore, e sarà bravo a trovare le parole giuste per far si che la paura di non farcela prenda il sopravvento”

Vigiani, in questi casi a volte manca un pizzico di esperienza negli allenatori?

“Io non credo. E’ chiaro che l’esperienza ti porta a vivere situazioni non nuove. Se ci sei già passato, sai già come gestirle e risulta tutto più semplice. Ma se un allenatore è già predisposto nel saper leggere le situazioni, ed entrare nella testa dei giocatori, gestire il tutto avviene in modo molto naturale. Sono sicuro che Sottil ne uscirà alla grande. Ripeto, società, giocatori, allenatore e tifosi, tutti uniti per l’obiettivo comune”

RAFFAELE PISANIELLO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.