Stefano Borghi a ZC: “Fabián Ruiz meritava questa convocazione. Tra Emery e Ancelotti sarà un bellissimo confronto. Lo Celso? Magari venisse in Italia, il livello generale si alzerebbe”

Stefano Borghi, amatissimo giornalista e commentatore sportivo, è stato ospite telefonico della trasmissione “ZonaCalcio” in diretta su Stereo5TV tutti i venerdì. Ecco le sue parole rilasciate ai nostri microfoni sui sorteggi di Champions ed Europa League e su molto altro.

Fabián Ruiz da Selección –Meritava assolutamente questa convocazione, Luis Enrique stesso ha sottolineato le sue grandi doti, il suo tiro “bestiale”. Lo abbiamo visto già nel Betis e conoscevamo il suo valore, oltre che le sue capacità di definizione. Non penso che quello di Enrique sia un esperimento, in una nazionale che ha da sempre annoverato i migliori centrocampisti in circolazione, Ruiz non è che la punta dell’iceberg, considerando tutti i grandi talenti della sua generazione. Questo dipende, ovviamente, dalla formazione che ricevono i giovani in Spagna: giocano tutti molto presto, li abituano a ritmi alti e con visioni verticali, per tale motivo ne vengono fuori dei grandissimi centrocampisti.”

Napoli-Arsenal“Anche il Napoli, come l’Arsenal, raramente sbaglia due partite di fila. Penso sia un bellissimo scontro, un quarto di Europa League nel quale si respira aria di Champions, due grandi squadre e due grandi allenatori. Vediamo un grandissimo confronto, tra Emery che conosciamo come “Mister Europa League” per quello che ha fatto con il Siviglia, ed Ancelotti, che possiamo chiamare “Mister Champions”, due grandi strateghi, con due squadre offensive che sicuramente ci regaleranno 180 minuti di spettacolo. L’Arsenal è una squadra che non ha un’identità fissa, ma che ha grande qualità nei suoi interpreti, dal centrocampo a salire. Ci sono due punte come Aubameyang e Lacazette che possono sicuramente convivere e in campo fatturano, poi Özil, Ramsey, Xhaka, Mkhitaryan, così come Torreira… io credo sia un grande incrocio, credo e spero che il Napoli guardi a questa Europa League per vincerla, per tale motivo deve essere pronto ad affrontare chiunque.”

Sfide Champions – “Atletico? Sì, mi aspettavo qualcosa in più ma credo tutto sia dipeso dalla prova gigantesca, titanica, totale da parte della Juve e del suo totem, Cristiano Ronaldo. Non dimentichiamoci del grande merito dell’allenatore, siamo arrivati persino a dare del “fesso” ad Allegri, e questo dà la dimensione di come si parli troppo a sproposito. Certe parole possono dirle i tifosi al bar non chi dovrebbe dare il giudizio. A parlare sono stati i fatti, e i “fatti” della Juve sono estremamente importanti, una vittoria del genere dà benzina, consapevolezza, questa squadra ha urlato al mondo di esserci per vincere questa Champions, anche se ci sono anche altre squadre.”

Il confronto eterno“Ronaldo fa tre gol e Messi risponde con due gol e due assist. Una sfida infinita e meravigliosa, una finale tra i due, che il tabellone rende possibile, sarebbe una resa dei conti apocalittica.”

Le migliori “Le squadre rimaste in Champions? Mi piacciono tutte, hanno ciascuna caratteristiche proprie e intriganti: il Liverpool ha un che di letterario e presenta delle ambivalenze tutte molto particolari; il City è la squadra di Guardiola e in quanto tale è letteralmente da studiare; il Barça è secondo me la più forte a livello assoluto considerati i suoi elementi, non detto che vinca, ma resta la compagine più forte; la Juve ha il gruppo più affamato; attenzione all’Ajax, che non faceva paura, eppure ha battuto il Real e dato lezioni di calcio; il Tottenham ha un grande allenatore ed è una squadra matura, con grandi calciatori, Kane è tra i primi 3-4 centravanti del mondo, Eriksen uno di quei 10 che non si vedono più; attenti al Porto,  che con la Roma ha dimostrato di essere squadra con la capacita di risalire la corrente… Tutte squadre e partite grandiose ma è normale, la Champions è una corsa tutta da godere e il tabellone ha definito i passaggi di questo percorso. Niente pronostici, pensiamo a goderci le partite senza per forza dare giudizi, quelli si danno alla fine.”

Appuntamenti su Dazn “Sabato (ore 16.15)  torna Zidane al Bernabeu, dove il Real Madrid affronta il Celta Vigo. Mi aspettavo il suo ritorno? Onestamente no, ma Perez aveva bisogno di un colpo di teatro e ha chiamato Zidane che adesso torna con più potere, più esperienza e un contratto migliore, sono sicuro faranno un grande casting per l’anno prossimo, consapevoli di errori compiuti come quello di escludere elementi come Isco e Marcelo. Domenica vedremo Espanyol-Siviglia (16.15) e devo ammettere che per l’esonero di Machin mi dispiace molto, pochi lo conoscono ma è molto molto interessante come allenatore, con un calcio che meritava di avere più orizzonte ma sono sicuro che lo ritroveremo.”

Obiettivi di Giuntoli – “Lo Celso? Magari qualcuno puntasse su di lui, parliamo di un giocatore antico, con proprietà tecniche e visioni per essere un fantasista,ha un mancino fuori da ogni logica… ripeto, magari venisse in Italia un calciatore come lui. Il Betis fa una grande operazione riscattandolo dal PSG, mettere le mani su un giocatore del genere per 30 milioni è una grande operazione, un giocatore lirico con la concretezza dell’operaio, mi piacerebbe vederlo da noi, alzerebbe livello generale. Fornals appartiene a questa nuova generazione di centrocampisti spagnoli con qualità, esperienza e capacità di fare un calcio propositivo e dominante. Se il Napoli andasse per questa via non sarebbe una brutta idea, specifichiamo anche che essendo trequartista centrale potrebbero cambiare delle cose dal punto di vista tattico.”

Teresa Maddalo e Domenico La Marca

Stefano Borghi su YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCCmRCjR_A5GEdHV3Iv7Y0hg

La redazione di ZonaCalcio ringrazia Stefano Borghi per la cortesia e la disponibilità. La riproduzione dell’intervista totale o parziale è consentita su autorizzazione della redazione di ZonaCalcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.