Tangorra a ZC: “La Virtus Francavilla ha trovato equilibri importanti, Castaldo il valore aggiunto della Casertana. La Reggina non speculerà sui due risultati, il Monopoli temibile in trasferta.”

Massimiliano Tangorra è uno dei tecnici emergenti del nostro calcio, un allenatore caparbio che ha ampiamente dimostrato il suo valore soprattutto nelle esperienze di Monopoli.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Massimiliano Tangorra, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sui prossimi playoff del girone meridionale di Serie C.

Virtus Francavilla-Casertana – “Le partite secche sono ricche di imprevisti, la Virtus Francavilla dovrà gestire due risultati su tre e non sempre è una cosa semplice, difatti non mi fido di questa Casertana che ha fatto un campionato bruttissimo, ma che può fare affidamento sull’esperienza di tanti calciatori, potrebbe in qualche modo replicare il percorso del Cosenza. Bisogna anche dire che questo Francavilla ha trovato degli equilibri importanti, che gli hanno permesso di viaggiare nel girone di ritorno con una media promozione.”

Castaldo-Sarao – “Castaldo è un signor centravanti, che rappresenta un valore aggiunto per la Casertana, la sua scaltrezza e furbizia lo rendono davvero temibili. Sarao sta vivendo una stagione invidiabile, gli sta andando tutto per il verso giusto, riesce a rendere le cose difficili davvero semplici.”

Reggina-Monopoli – “Sicuramente il Monopoli è davvero temibile fuori casa, mentre la Reggina ha dimostrato di possedere qualità importanti e potrà contare sul fattore casalingo, il Granillo può essere determinante in queste occasioni, i calabresi potrebbero arrivare molto lontano.”

La partita – “La Reggina non speculerà sul doppio risultato e cercherà di fare la partita, a sua volta il Monopoli non deve snaturare il suo calcio, e deve riuscire ad approfittare delle occasioni che gli verranno concesse, probabilmente in questa stagione la compagine pugliese ha peccato di cinismo, sprecando davvero tanto.”

Abolizione delle liste – “In definitiva in questo obblighi non hanno prodotto i frutti sperati, difatti molti calciatori, una volta conclusa la fase under, si ritrovano a giocare in categorie inferiori. Da questo punto di vista con l’abolizione delle liste potrà trovare spazio un numero maggiore di calciatori esperti, innalzando la qualità del campionato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.