Poker stellare della Roma, Ibrahimovic invece trascina lo United. Cade lo Zenit…

Sono terminate da poco le partite delle 21.05 di Europa League, valide per i sedicesimi di finale d’andata.

Cominciamo naturalmente dalla “Magica” Roma, che si impone con un perenetorio 0-4 in casa del Villareal, una squadra che difficilmente perde sul proprio campo, a dimostrante della grande prova di maturità dei giallorossi. Dopo un’inizio così e così il lampo di Emerson Palmieri sblocca il match, grazie ad un destro imparabile, che si insacca all’incrocio dei pali. Nella ripresa partenza forte e rabbiosa del sottomarino giallo, il pari però non arriva e quindi ecco che sale in cattedra Edin Dzeko: il bosniaco si scatena e realizza addirittura una tripletta, ipotecando così la qualificazione agli ottavi.

Non sbaglia neanche il Manchester United, che liquida il Saint Etienne con un secco 3-0. Protagonosta indiscusso della gara Zlatan Ibrahimovic, autore di una tripletta, che dà alla squadra di Mourinho un bel vantaggio, in vista della sfida di ritorno.

Cala il tris anche lo Schalke 04, che espugna il campo del Paok, grazie alla maggiore qualità del reparto offensivo, perché Burgstaller sblocca la gara a metà primo tempo, Meyer e Huntelaar invece incrementano il vantaggio nei minuti finali della ripresa, consentendo così ai tedeschi di avere già un piede e mezzo al turno successivo.

Vince a fatica l’Athletic Bilbao, che contro l’Apoel Nicosia soffre più del previsto, ma alla fine la spunta con il punteggio di 3-2. Al vantaggio ospite risponde subito Balenziaga, Aduriz e Williams portano a tre le reti, ma i ciprioti accorciano le distanze nel finale. Qualificazione ancora aperta…

Passa con un ottimo 1-3 il Besiktas in casa dell’Hapoel Beer Sheva, perché dopo un primo tempo, in cui regna l’equilibrio, i turchi mettono la freccia con Tosun e Hutchinson.

Cade a sorpresa lo Zenit, che esce sconfitto dalla trasferta belga contro l’Anderlecht, che passa 2-0 ed ora ai russi servirà una gran partita per rimettere in discussione il passaggio del turno.

Infine l’Ajax, che porta casa un pareggio a reti bianche contro il Legia Varsavia, un buon risultato in vista del match di ritorno in Olanda, in cui potrebbe essere determinante il fattore campo.

Riccardo Anelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.