Roma e Lazio serate amare: la situazione dei due gironi

Due facce quasi della stessa. Roma e Lazio potevano ottenere altri risultati, ma vuoi le occasioni sprecate, vuoi arbitraggi a dir poco discutibili, ne sono uscite senza i tre punti.

Patendo dai giallorossi, la squadra di Fonseca in emergenza totale (Mancini adattato a centrocampo), è stata brava nel primo tempo a capitalizzare nell’unica occasione creata e poi a contenere gli attacchi tedeschi. Nella ripresa la grande chance la ha avuta Florenzi al 90′ ma non ha concretizzato ed al 95′ la beffa: rigore inventato da Callum per una svista colossale, scambiando il volto per la mano di Smalling. Stindl non sbaglia e pareggia.

Per i biancocelesti arriva il ko in Scozia. Ottima Lazio nel primo tempo che tiene botta alle scorribande del Celtic e con compattezza riesce ad insidiare i padroni di casa sino al gol di Lazzari al 40′. Nel secondo tempo la reazione scozzese ma gridano vendetta le occasioni sciupate da Immobile, Parolo e Cataldi.

Per la Roma i tre punti sarebbero significati qualificazione quasi fatta, ma la situazione del girone la vede ancora padroni del proprio destino al primo posto con 5 punti. Diversa la questione per la Lazio che scivola al terzo posto alle spalle di Celtic (7 pt.) e Cluj (6 pt.). Nulla è compromesso ma urge un cambio di passo.

Antonio Barbato

Laureato in Culture Digitali e della Comunicazione presso il dipartimento di Scienze Sociali della Federico II di Napoli. Ho conseguito un attestato di frequenza per il corso base di giornalismo, presso il centro di documentazione giornalistica di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.