C’era una volta la Premier League: è già chiusa?

Nel tipico Boxing Day di una Premier League che sembra essere già scritta, il Manchester City cade al Molineux Stadium e perde l’occasione per balzare al secondo posto, attualmente occupato dal Leicester.

Nessuna rivale per il titolo

Dopo aver vinto il primo Mondiale per club della sua storia, a dominare in campionato è sempre il Liverpool, con quattordici punti di vantaggio e una partita da recuperare.

I numeri della squadra di Klopp sono semplicemente da paura: ha vinto 17 gare su 18, pareggiandone una e totalizzando 52 punti; se poi dovesse vincere anche domani contro il Wolverhampton, potrebbe concluderebbe il 2019 al primo posto, con diciassette punti in più rispetto alla seconda.

I Reds possiedono inoltre la miglior difesa della competizione, con 14 gol subiti, e il secondo miglior attacco, con 46 gol segnati, quattro in meno di quelli realizzati dagli uomini di Pep Guardiola. Giocatori come Firmino, Van Dijk, Trent Alexander-Arnold, Salah e Mané, sono i componenti di quella che sembra essere una macchina perfetta, che intimorisce l’Europa intera e soprattutto l’Atletico Madrid, prossimo avversario in Champions League.

Dopo un’attesa lunga oramai 30 anni, il Liverpool è sempre più vicino alla vittoria di un titolo nazionale che manca dal 1990, quando sulla panchina sedeva Kenny Dalglish e la Premier era ancora chiamata “First Division”.

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.