Il tecnico della settimana: Maurizio Sarri sul tetto d’Italia

L’ex allenatore di Napoli e Chelsea è riuscito finalmente nell’impresa: alla Juventus il nono scudetto di fila

Maurizio Sarri ce l’ha fatta. Finalmente è riuscito a mettere le mani su quello scudetto che, nel 2018, quando sedeva sulla panchina del Napoli, lo aveva sedotto e poi abbandonato. Il nono di fila per la Juventus: mai nessuno ci era riuscito. Dunque, dopo la vittoria in Europa League con i Blues, Sarri riesce a mettere in bacheca il secondo, prestigioso, trofeo. Uno scudetto fatto di sacrifici e, sicuramente, più combattuto rispetto alle scorse stagioni.

RONALDO-DYBALA: COPPIA MAGICA POST LOCKDOWN

In caso di vittoria, si sa: il merito è da dividere tra le diverse componenti della società. Dirigenza, staff tecnico e giocatori. E bene, dunque, se gran parte del merito è da attribuire alle prime due categorie, rispetto a quella dei giocatori, sicuramente, un particolare elogio va fatto al duo RonaldoDybala. Post lockdown, infatti, il portoghese e l’argentino sono diventate le pedine fondamentali del gioco di Maurizio Sarri. Come il trio Insigne-Mertens-Callejon, infatti, l’ex tecnico del Napoli non è praticamente riuscito a farne a meno. E in effetti come dargli torto: basta prendere ad esempio le sfide contro Milan e Sassuolo. Certo, però, se si volesse essere un attimo critici, forse, qualcosina gliela si potrebbe contestare. Infatti, l’annunciato cambio di rotta ad inizio anno, quella ventata di “sarrismo” che tutti si aspettavano, praticamente, non c’è stata. In una certa misura, Sarri ha continuato a rispettare quelle gerarchie che da tempo si sono instaurate a Torino. Quella rivoluzione che non c’è stata e che, Champions permettendo, chissà non possa essere realizzata nella prossima stagione.

Francesco Cipriani

Studente di legge e aspirante giornalista. Appassionato di calcio e di sport in generale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.