Le due settimane al cardiopalma di Favo

Quattro punti in due partite per l’ex Taranto

È ormai passato metà mese dall’arrivo in azzurrostellato di Massimiliano Favo. L’allenatore della Paganese ha sostituito in panchina Salvatore Matrecano, dimessosi dopo la sconfitta dell’esordio contro il Bisceglie. Il mister, in sole due partite, ha ottenuto quattro punti. Un vittoria ed un pareggio arrivate rispettivamente con Cosenza e Reggina. Prestazioni buone che sono andate in crescendo soprattutto contro gli amaranto. Qui i campani hanno per gran parte della gara dominato, sprecando anche un penalty.

Cosa ha dato la spinta in più alla Paganese?

In ogni caso è però l’attacco il reparto che più ha brillato, con in gran evidenza Christian Cesaretti. L’esterno avanzato ha messo la firma in entrambi i match giocati. Schierato sempre da titolare, ha timbrato il cartellino nel primo tempo sia in casa del Cosenza sia al Marcello Torre.
Ciò fa pensare, siccome nella Paganese sembra essere cambiato proprio l’approccio alla gara. Più determinazione e maggiore intelligenza tattica hanno permesso agli azzurrostellati di soffrire (prima) e andare in vantaggio (poi) nella trasferta calabrese. Si deve parlare poi del gran lavoro svolto dal centrocampo. Quest’elemento probabilmente arrivato grazie alle forti parole di Favo, capace di motivare qualsiasi calciatore presente nella rosa campana.

In attesa del ritorno di Fabinho…

C’è da aggiungere infine, che l’addio di Cicerelli sembra essere stato compensato al meglio, con una squadra che “gira” nonostante Fabinho non sia ancora a disposizione del mister. Lui è l’arma in più che la squadra dovrà sfruttare, le sue qualità al servizio di un club che puntare a fare un ulteriore passo in avanti. Quel salto di qualità richiesto affinché la squadra possa dire la sua nella categoria, per puntare in alto. Per farsi si che queste due settimane al cardiopalma possano servire come esperienza per i calciatori. Una dirigenza che con Favo in panchina vuole dar il via ad un nuovo progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.