Milan, Calhanoglu a MTV: “Voglio fare la storia del club. Ringrazio la società per avermi scelto”

Le prime parole di Hakan Calhanoglu da neo-rossonero

Le sensazioni: “Sto bene ora, nel mio nuovo club, in questa nuova sfida. Voglio dare il meglio per il club e per la squadra e sono contento di essere qui”.

La difficoltà della Serie A: “È tutto nuovo qui. Per in Italia è la prima volta e voglio imparare tutto, partendo dalla lingua. Poi voglio creare rapporti d’amicizia con i compagni di squadra e vivere bei momenti. Sono molto felice”.

Perché hai scelto il Milan? “È stato un periodo molto difficile per me questo ultimo periodo, con questi 4 mesi di squalifica. Voglio ringraziare la società per aver creduto in me e voglio dare tantissimo in cambio Sono molto contento di poter giocare, sono libero e voglio dare tutto quello che ho al Milan. Sono in un grande club, il più importante per me perchè ha una grandissima storia e spero di entrarne a far parte”.

La visita al museo: “Ho visto tutti i più grandi come Kakà, Maldini, Gattuso, Ronaldinho, Beckham e molti altri. È tutto splendido”.

Il soprannome di ‘Dio delle punizioni’: “Va a metà tra talento e duro lavoro. Mi alleno ogni giorno per migliorare e voglio sempre segnare, da ogni posizione”.

Obiettivi per la stagione: “Spero che comincieremo bene in questa stagione. Abbiamo subito l’Europa League da giocare e spero di passare il turno. Poi ci sarà da partire alla grande in campionato, sperando di essere nelle prime tre a fine anno”.

Messaggio per i tifosi: “Sono molto felice di essere qui. Spero che passeremo dei bei momenti insieme e forza Milan!”.

Antonio Barbato

Laureato in Culture Digitali e della Comunicazione presso il dipartimento di Scienze Sociali della Federico II di Napoli. Ho conseguito un attestato di frequenza per il corso base di giornalismo, presso il centro di documentazione giornalistica di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.