Nello spettacolo di San Siro passa il Milan: 4-2 al Torino ai supplementari

Una partita pazza quella di San Siro tra Milan e Torino valevole per i quarti di finale di Coppa Italia. Alla fine passa il Milan non senza soffrire, al termine di 120 minuti ad altissima intensità e combattuti dal primo all’ultimo.

La partita inizia subito ad alto ritmo con il Milan che aggredisce gli avversari e dopo 12′ passa in vantaggio. Bonaventura recupera un ottimo pallone a centrocampo e lancia subito Rebic che entra in area e mette in mezzo, Piatek arriva in ritardo ma c’è puntuale sul secondo palo proprio Bonaventura che chiude l’azione con il gol del vantaggio. I rossoneri provano a raddoppiare ma il Torino cresce e al 34′ pareggia con Bremer che scatta sul filo del fuorigioco e batte Donnarumma per l’1-1. Il primo tempo si conclude con un gol annullato al Milan dopo il tocco di mano di Piatek sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa il Milan prova a riportarsi in vantaggio con Pioli che inserisce anche Ibrahimovic. Il gol però lo fa il Torino, è ancora Bremer stavolta di testa a beffare la difesa rossonera e a portare i suoi in vantaggio.

Il Milan non ci sta e in tutti i modi cerca di pareggiare. Le forze fresche di Pioli si chiamano Leao e Calhanoglu ed è proprio il turco a cambiare la partita. Al 91′ raccoglie un pallone dal limite e calcia trovando una deviazione che perfeziona il tiro che si insacca alle spalle di Sirigu tra il boato di San Siro. Il Milan “rischia” anche di vincerla all’ultimo istante dopo un’azione personale di Leao che mette in mezzo per Ibrahimovic che da due passi calcia alto. L’arbitro fischia la fine e manda tutti ai supplementari. I 30′ aggiuntivi confermano quanto visto nei 90′ precedenti e lo spettacolo la fa da padrone. Il quarto cambio di Pioli, Kessiè, si rivela anch’esso decisivo. Al primo pallone che tocca infatti l’ivoriano manda in porta Calhanoglu che col sinistro piega i guantoni di Sirigu e fa 3-2. Due minuti più tardi il Milan trova anche il 4-2 che chiude definitivamente i giochi. Castillejo mette in mezzo dalla destra, Leao a centro area stoppa il pallone e serve Ibra che di prima intenzione si riscatta e gonfia la rete.

E’ il gol che taglia definitivamente le gambe al Torino, che non ne ha più e non riesce più a creare pericoli. Il Milan può quindi finalmente rilassarsi e gestire quel che resta della partita. Il triplice fischio finale arriva dopo un minuto di recupero: il Milan batte 4-2 il Torino e si regala la semifinale di Coppa Italia dove affronterà la Juventus.

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.