Il Livorno passa al turno successivo: battuto il Feralpisalò ai rigori 5-4

All’Armando Picchi di Livorno va in scena il primo turno della Tim Cup. Si affrontano la squadra di Sottil e il Feralpisalò. Servono 120 minuti più i calci di rigore per decretare il vincitore che al turno successivo incontrerà il Carpi. Decisivo un errore di Luche per il Feralpisalò.

Primo tempo

Parte subito forte il Livorno e al 5’ prova con Maritato, ma la palla viene colpita debolmente. Dopo un avvio a spron battuto dei livornesi, la gara diventa equilibrata, con le squadre che si studiano. Al 17’ il Feralpisalò reclama un calcio di punizione: Staiti prova a verticalizzare per Marchi che viene steso poco fuori dall’area di rigore, ma per l’arbitro non c’è nulla. Al 27’ il Livorno si fa vedere in avanti con Valiani, che prova il tiro, ma non riesce a centrare la porta. Ci riprovano i toscani qualche minuto dopo, ma la difesa del Feralpisalò riesce a salvarsi. Al 34’ gli ospiti guadagnano un corner e i padroni di casa ne approfittano per applaudire l’ex Emerson che crossa sulla testa di Staiti, ma quest’ultimo non riesce ad indirizzare alle spalle di Mazzoni. Il primo tempo finisce senza altri particolari sussulti e le squadre vanno a riposo sullo 0-0.

Secondo tempo

La ripresa inizia con il possesso palla del Feralpisalò che dopo due minuti ha un’occasione importante: Marchi spizza per Boldini che dopo aver percorso alcuni metri palla al piede scarica per Guerra che però si trova in posizione irregolare. Al 61’ Maritato si trova in area di rigore ma viene chiuso in fallo laterale da Marchi. A metà ripresa il Feralpisalò ha un paio di occasioni buone per passare in vantaggio ma la difesa del Livorno riesce a sventare le azioni. Al 76’ entra Doumbia nel Livorno e riesce in pochi minuti a cambiare la partita, prima entra in area dalla sinistra ma viene chiuso da Ranellucci, poi all’83’ si guadagna un calcio di rigore subendo fallo da Magnino. Alla battuta va Maritato ma colpisce la traversa, fallendo una clamorosa occasione per passare in vantaggio. Dopo 4 minuti di recupero si va ai tempi supplementari.

Tempi supplementari

Ai tempi supplementari gli ospiti provano a passare in vantaggio per sfruttare il momento no dei padroni di casa, ma gli attacchi si infrangono contro la difesa. Gli ultimi minuti sono un assedio del Livorno, ad un minuto dal termine Pedrelli subisce fallo dal limite dell’area. Valiani si incarica della battuta della punizione, ma la palla colpisce in pieno la barriera. Il fischio dell’arbitro decreta quindi i calci di rigore.

Rigori

Valiani GOL

Capodaglio GOL

Murilo GOL

Surraco GOL

Pedrelli GOL

Emerson GOL

Gasbarro GOL

Marchi M. GOL

Doumbia GOL

Luche PARATO

Finisce 5-4 per il Livorno ai calci di rigore. I toscani passano dunque al turno successivo dove incontreranno il Carpi.

Il tabellino

LIVORNO: Mazzoni; Pedrelli, Gonnelli, Gasbarro, Franco (67’ Morelli); Luci, Valiani, Gemmi, Moscati (76’ Doumbia); Maritato, Murilo.

FERALPISALO’: Caglioni; Ranellucci, Emerson, Marchi P.; Alcibiade, Magnino, Capodaglio, Boldini (56’ Luche), Staiti (16’TS Turano); Guerra (88’ Surraco), Marchi M.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido

 

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.