Bologna, Donadoni: “Con Destro nessun problema, ora serve tornare a fare punti”

Le parole del tecnico in conferenza stampa

Roberto Donadoni ha parlato nella consueta conferenza stampa in vista del match di domani contro il Sassuolo. Ecco le parole del tecnico rossoblu:

Sulle tante sconfitte: “Abbiamo voglia e intenzione di riprenderci con risultati positivi. Le prestazioni sono state buone, ciò non toglie che abbiamo perso troppi punti.”

“Si continua a lavorare su ciò che abbiamo sempre fatto, con più determinazione e convinzione. Dobbiamo lavorare meglio sui dettagli, è grazie a questo che si possono decidere le partite. Spesso la tensione dovuta al risultato porta a sbagliare più del dovuto, torneremo ad essere come prima. Molti dei gol subiti erano evitabili grazie a questi accorgimenti.”

Sulle assenze: “Mbaye, Masina e Palacio non ci saranno ed è ovvio che peseranno come assenze. Questo però darà la possibilità ad altri giocatori di mettersi in mostra. Dovranno essere bravi a cogliere questa opportunità. “

Sulla rosa: “I ragazzi si divertono e lavorano con entusiasmo, con la consapevolezza che i risultati devono arrivare il prima possibile. E’ chiaro che quando si ha difficoltà ad ottenere punti l’atteggiamento è diverso, è una conseguenza umana e logica. Bisogna essere bravi a non pensarci, è un aspetto mentale da superare.”

Su Destro: “Direi che giochi titolare contro il Sassuolo, per lui vale il solito discorso. Questa settimana si è allenato bene. Per quanto riguarda le parole dell’agente io non devo dare nessuna risposta. Mattia l’ho sempre difeso e ho sempre puntato molto su di lui, non ho nient’altro da dire. Non c’è nessun rapporto difficile tra me e Destro: se lo si dice in funzione di quanto uno gioca, allora dovrei avere rapporti complicati con molti giocatori. Considerando il fatto che nessuno è agli allenamenti con me e lui, sono tutte fantasie.”

Parlato con Saputo? “Non abbiamo avuto tempo per confrontarci, ha assistito all’allenamento. Mi fa piacere che è vicino alla squadra, è una presenza molto importante.”

Sul carattere: “Non importa sbraitare e urlare, conta dire le cose giuste nel modo migliore. Sono contento che le persone all’interno della società del Bologna siano persone pacate e decise, ciò non vuol dire non avere gli attributi.”

Su Orsolini: “E’ un ragazzo che stiamo valutando col tempo. E’ stato subito messo in campo perché ha la nostra fiducia, ha voglia di dimostrare e grande disponibilità. E’ un giocatore che ha qualità importanti anche per la squadra.”

Assenze di Palacio e Verdi:Mancheranno due leader, per trovarne altri c’è bisogno di un processo di crescita collettivo. Ognuno ha bisogno dell’altro, è un gruppo sano di professionisti che sanno dove sopperire le lacune degli altri.”

Sul Sassuolo: “Squadra pericolosa da centrocampo in avanti, penso a Berardi e Babacar. Sappiamo che ha delle difficoltà come noi, dovremo essere bravi a non concedere iniziative ai giocatori più tecnici, negli spazi possono diventare determinanti.”

Cos’è mancato per il salto di qualità:A fine campionato vedremo se saremo o no da decimo posto. Poi faremo le nostre valutazioni e decideremo.”

Su Avenatti – Falletti: “Fisicamente stanno bene entrambi, mi fa piacere che chi è entrato abbia dato il giusto apporto. Felipe, anche per la sua struttura fisica, ha bisogno di allenarsi in un certo modo. Sta lavorando molto perché deve abituarsi, si sta impegnando tanto. E’ un ragazzo che ammiro molto, si sta integrando ed è un vantaggio. Cesar, invece, ha qualità tecniche sopra la media ma non è semplice trovargli la giusta posizione. E’ molto disponibile, avrà tante opportunità.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.