Empoli si impone 3-1 sul Bologna, ma non è ancora salvezza

Allo stadio “Castellani” l’Empoli si gioca una fetta di salvezza in Serie A e contro ci sarà un Bologna sull’onda dell’entusiasmo dopo il 4-0 rifilato all’Udinese la scorsa giornata.

Comincia subito bene per i padroni di casa: dopo soli cinque minuti passano in vantaggio con Croce, che da buona posizione trafigge un incolpevole Mirante. Toscani sull’onda dell’entusiasmo vogliono subito chiudere la partita ma Verdi, su iniziativa personale, salta un avversario e con una conclusione di mancino pareggia i conti. Altro gol di pregevole fattura per l’ex di turno, ma per i rossoblu è solo un episodio. Sono infatti i padroni di casa a fare la partita, complice una salvezza ancora da conquistare e motivazioni che non possono mancare. Il Bologna dietro commette diversi errori, molti di questi anche ingenui, Pucciarelli prima e Bellusci poi rischiano di punire i rossoblu, sfiorando solo la rete. Ma l’Empoli pressa a testa bassa alla ricerca del gol e al 35esimo Pasqual pesca il jolly: da oltre 20 metri, l’ex capitano della Fiorentina infila Mirante sotto l’incrocio dei pali, tifosi in delirio.

Nella ripresa il copione è lo stesso e su calcio d’angolo dei padroni di casa Gastaldello respinge male e Costa realizza la terza rete da posizione ravvicinata. 3-1 e match in cassaforte, col pensiero al match tra Pescara e Crotone, vinto dai calabresi 1-0. Nel resto della partita non si registrano particolari azioni degne di nota. L’Empoli vince e mantiene la distanza di soli 3 punti dal Crotone, salvezza ancora tutta da guadagnare.

TABELLINO

Empoli: Skorupski; Laurini, Bellusci, Costa, Pasqual; Mauri, Diousse, Croce; El Kaddouri; Pucciarelli, Thiam.

Bologna: Mirante; Krafth, Gastaldello, Maietta, Mbaye; Taider, Pulgar, Donsah; Krejci, Destro, Verdi.

MARCATORI: pt 5′ Croce, 11′ Verdi, 38′ Pasqual , st 1′ Costa

AMMONITI: Krejcì, Gastaldello, Pasqual

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.