ESCLUSIVA – Dino Fava Passaro a ZC: “Spalletti uomo giusto per l’Inter, ma manderà tutti via. Grassadonia farà bene, come dissi di Sarri. Totti deve valutare bene”

La redazione di zonacalcio.net, ai microfoni di RadioStereo5, ha intervistato in esclusiva Dino Fava Passaro, vincitore dell’Oscar Campano per la splendida stagione con il Portici.

L’attaccante ha parlato del suo ultimo successo, dei suoi due ex tecnici Spalletti e Grassadonia e di Francesco Totti.

Oscar Campano per il successo con il Portici – “Ricevere premi è sempre molto bello. Sono sensazioni belle, anche a 40 anni. Mi sono tolto una soddisfazione vincendo il campionato di Portici. Vincere è sempre bello, anche in Eccellenza.”

La passione alla base di tutto – “Posso solamente dire che la passione è essenziale. Se queste categorie non le affronti in un determinato modo rischi di fare brutta figura, l’impegno e la professionalità è importante. Se non avessi avuto ancora queste voglia e questa passione, probabilmente, non avrei continuato fino ad oggi.”

Francesco Totti, è la fine di un’era? – “Io amo Totti. È un giocatore che non ha bisogno di presentazioni. Naturalmente il calcio è cambiato molto rispetto a 5-6 anni fa bisogna allenarsi al massimo. Io conosco molto bene Spalletti e la sua attenzione per gli allenamenti, alla tattica, ed il mister fa giocare solo chi sta meglio. Se fino ad ora ha preso queste scelte ci sarà un motivo. È un peccato, però, vedere Francesco entrare e giocare pochi minuti quindi deve valutare bene le sue decisioni”.

Spalletti cercato dall’Inter, l’uomo giusto? – “È un allenatore meticoloso, attento a tutti i vari dettagli, uno che studia molto gli avversari e che lavora sugli errori. Ricordo quando avevamo doppia seduta il mercoledì nella pausa ci faceva rivedere le nostre partite analizzando gli sbagli. A me piace molto come lavora, un tecnico davvero molto bravo. È l’uomo adatto per rimettere le cose al proprio posto all’Inter. Sono sicuro, però, che in caso di approdo in nerazzurro ripartira quasi da zero mandando la maggior parte dei giocatori via perché è un allenatore a cui non piace la confusione, che oggi a Milano la fa da padrona”.

Grassadonia, un tecnico giovane che stupisce – “Io e Grassadonia abbiamo avuto un rapporto eccezionale, ci siamo incrociati sia a Salerno che a Pagani. Ha delle idee di gioco che mi piacciono molto. Sono convinto che farà strada perché è un ottimo tecnico ed una bravissima persona. Sono sicuro farà una grandissima carriera, così come lo dissi di Sarri appena arrivò a Napoli nonostante molti non fossero d’accordo”.

La redazione di zonacalcio.net ringrazia Dino Fava Passaro per la disponibilità.
La riproduzione, totale o parziale, dell’intervista è concessa solo previo consenso della redazione.

Antonio Di Martino

Studente di Economia Aziendale, diplomato in ragioneria, con la passione per il calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.