Esclusiva- Gianluigi Lentini a ZC: “Al Cosenza la Lega Pro sta stretta. Gomez importante per l’Atalanta. Milan, importante la spinta dei tifosi. In attacco sarebbe meglio Belotti.”

Non ha certo bisogno di presentazioni Gianluigi Lentini. Ex simbolo di Torino, Milan e Cosenza, ha vissuto una carriera importante fatta di 10 trofei alzati al cielo, tra cui 3 scudetti e una Coppa dei Campioni. In quegli anni tutti si innamorarono della sua corsa sulla fascia e del suo stile di gioco.

Oggi è lontano, ma non troppo, dal terreno di gioco. Continua a seguire il calcio e le sue ex squadre con passione, con la consapevolezza di aver vissuto in palcoscenici storici. zonacalcio.net lo ha intervistato in esclusiva per parlare delle sue ex squadre nel presente.

Cosenza ko al debutto– “Ho seguito poco il match con l’Alessandria. È arrivata una sconfitta che può starci in questa fase, è ancora tutto da decifrare e non è semplice analizzare le gare. Essere arrivati ai supplementari sicuramente può essere considerato positivo, vedremo come andrà la stagione” .

L’ambiente a spingere la squadra– “Ci sono le possibilità di crescere tutti insieme. Mi auguro che si possa presto risalire la china perché la Lega Pro sta stretta a questa piazza” .

Gomez e il rinnovo con l’Atalanta– “Penso che sia un giocatore importante e il rinnovo simboleggia il legame che c’è tra il giocatore e l’ambiente. Non so quale mercato abbiano in mente a Bergamo, ma credo che proseguendo sulla linea degli ultimi anni si possa brillare ancora” .

Conti e Kessie al Milan- “Sono due innesti importanti, è chiaro. Difficile dire se saranno titolari sempre, saranno essenziali in tutto l’arco della stagione, questo si” .

Donnarumma e il Milan– “Ho seguito la vicenda ed essendo rimasto legato all’ambiente avevo la speranza che rimanesse. Questo era l’importante, tutto il resto riguarda questioni che non spetta a noi commentare” .

Boom abbonamenti– “La cosa più importante era allestire una squadra forte, è stato fatto. Bello vedere crescere di nuovo l’entusiasmo di una piazza che vuole tornare a competere. Sarà molto importante la spinta dei tifosi rossoneri” .

La questione attaccante– “Principalmente si parla ora di Belotti e Aubameyang. Come caratteristiche, secondo me, il giocatore del Torino sarebbe più congeniale al gioco di Montella. Certo, se dovesse arrivare l’attaccante del Dortmund, nessuno avrebbe di che lamentarsi, ha già una certa importanza a livello internazionale. Considerati i tanti impegni, un attaccante al Milan serve. Non si può avere solo una prima punta, c’è bisogno di alternative” .

zonacalcio.net ringrazia Gianluigi Lentini per la sua cortesia e disponibilità.

RIPRODUZIONE RISERVATA: l’esclusiva può essere riportata parzialmente o integralmente previo assenso della direzione di ZonaCalcio.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.