ESCLUSIVA-Paramatti a ZC: “Juventus-Inter? Partita complicata per i bianconeri. Vi racconto il 5 maggio 2002..”

La Redazione di ZonaCalcio.net ha raggiunto telefonicamente Michele Paramatti, ex difensore tra le altre di Juventus e Bologna, laureatosi campione d’Italia, a discapito dell’Inter (beffato 4-2 dalla Lazio, ndr), nella famosissima stagione 2001/2002 all’ultima giornata di campionato. Ecco quanto emerso:

Quale sono le sue sensazioni per Juventus-Inter?

E’ una partita che in questo momento è un po’ complicata per la Juventus, perchè l’Inter ha trovato un assetto e un allenatore che lo fa rendere al meglio e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. In un altro momento sarebbe stato un match con un risultato scontato, però adesso non più anche perchè la rivalità tra le due squadre porta ad avere un attenzione particolare nei confronti degli avversari“.

Come valuta il mercato di prospettiva operato dalla Juventus con gli acquisti di Caldara ed Orsolini?

Sono giovani interessanti, naturalmente a loro va dato il tempo di crescere perchè come tutti i ragazzi, o sono dei fenomeni, oppure devono fare un processo di crescita graduale. Si stanno affermando nel modo migliore, tra l’altro Caldara ha già alle spalle esperienze in Serie B e quest’anno sta facendo molto bene. La dirigenza bianconera è sempre molto attenta nel vedere lontano i prospetti che possono diventare futuri giocatori da Juventus. Sicuramente sono scelte oculate e mirate, soprattutto in questo momento dove molti giovani stanno emergendo nel campionato italiano, quindi credo sia la strada giusta per il futuro“.

Cosa si prova a conquistare uno Scudetto all’ultima giornata di campionato? Parliamo della vittoria del campionato italiano del 2001/02 ai danni dell’Inter..

Non dico che è stata una cosa inaspettata, perchè magari stando in testa tutto l’anno e arrivando al termine con dei punti di vantaggio uno si gode la vittoria gradualmente, mentre così all’ultima giornata poteva sembrare insperato un risultato del genere. E’ stata una soddisfazione enorme perchè il traguardo massimo per un calciatore in Italia è lo Scudetto, è il massimo che un giocatore può ottenere a livello lavorativo“.

Cosa manca alla Juventus per fare il salto di qualità in Champions League?

In Champions League occorre anche un po’ di fortuna, arrivare nel momento giusto contro una squadra giusta, che magari non sta attraversando il proprio momento migliore. In ogni caso la Juventus è una squadra attrezzata per fare bene anche in Europa, non so se per vincere, ma sicuramente per arrivare lontano, come lo era lo scorso anno. Come ho detto però occorrono anche un po’ di combinazioni favorevoli per arrivare in fondo e poi alla fine i valori emergono. Se si ha più benzina degli altri, sicuramente lo si dimostra. Poi qualche campione determinante, come può essere quest’anno Higuain, può essere Dybala o anche Mandzukic, che in questo momento sta interpretando un ruolo non facile ma nel migliore dei modi, può fare la differenza. L’equilibrio, infatti, può spostarlo un campione che trascina tutta la squadra“.

Ringraziamo il Sig. Paramatti per la disponibilità e gentilezza

Felice Allocca

Nato ad Avellino nell'ottobre del 1996. Studente presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Aspirante giornalista sportivo, collabora con il portale Zonacalcio.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.