Fiorentina, Pioli: “Ho voglia di far bene. I tifosi saranno la spinta in più”

Nella consueta conferenza stampa di vigilia, il tecnico della Fiorentina, Stefano Pioli, ha così analizzato la sfida di domani contro la Sampdoria.

Ecco le sue dichiarazioni

Sulla squadra: “I ragazzi sono tutti pronti, questo sta diventando un bel gruppo. I ragazzi hanno voglia, vogliamo cominciare bene il campionato davanti ai nostri tifosi”.

Su Simeone e Chiesa: “Non diamo tutto per scontato, la formazione la deciderò domani. Sono giocatori bravi, pronti, ma abbiamo una squadra formata da un giusto mix con giovani e meno giovani che daranno esperienza”.

Sul modulo: “Abbiamo la caratteristiche giuste per il 4-2-3-1. Poi, quando avremo trovato certi equilibri, proveremo anche altro perché abbiamo giocatori duttili. Ora però dobbiamo trovare stabilità, poi vedremo”.

Sull’aggettivo ‘rompiscatole’ per la Fiorentina: “Ci piacerebbe che la squadra giocasse sempre con lo spirito giusto, con idee e con la convinzione di poter vincere le partite. Poi è presto per dire se saremo la squadra rompiscatole del campionato. Io posso dire che stiamo lavorando bene, mi aspetto un passo avanti rispetto a domenica scorsa”.

Sulla pressione in vista di domani: “Chi fa la nostra professione è abituato alla pressione. Siamo una squadra che si deve abituare a queste tensioni, io però vedo più voglia e entusiasmo di giocare davanti ai nostri tifosi”.

Sulla Samp: “Ha cambiato poco rispetto allo scorso anno, è una squadra rodata e ben allenata. Noi dobbiamo saper fare la partita, che vuol dire anche stringere i denti quando ci sarà da soffrire. Ripeto, per me è maggiore la voglia rispetto alla pressione”.

Sulla sua prima al Franchi: “Io sto cercando di trasmettere i giusti messaggi alla squadra, l’emozione la sentirò solo nel pre partita. Ho una volontà esagerata di far bene in questa nuova esperienza. I tifosi saranno una spinta in più, ne sono sicuro. Io credo nella mia squadra, questo è un gruppo che lavora bene e con voglia. Per me questi sono segnali importanti”.

Sull’incontro con Rocchi:“Assolutamente positivo. Lo conosco da tanto tempo. Io degli arbitri giudico gli atteggiamenti e i suoi sono sempre stati giusti. Io voglio rispetto. Quel che è successo domenica scorsa è un capitolo chiuso, io ho fiducia negli arbitri ma non c’è niente di male a dire che un arbitro ha sbagliato. La VAR può essere un aiuto importante per gli arbitri, può alleggerire la tensione degli arbitri”.

Sulla crescita della squadra: “Stiamo lavorando bene, dobbiamo fare continui passi avanti. La squadra è stata completata tardi, ma siamo già in grado di offrire prestazioni equilibrate. Abbiamo iniziato un nuovo ciclo e quindi servirà un po’ di tempo, ma i ragazzi sono già pronti”.

Sulla formazione: “Posso dire che sono tutti disponibili, vedremo. Ma chi non giocherà inizialmente non vuol dire che sarà andato incontro ad una bocciatura”.

Su Saponara: “Non è ancora pronto. Ha iniziato a fare qualcosa con noi, ma rientrerà in squadra mercoledì prossimo alla ripresa degli allenamenti”.

Sui sorteggi di Europa League: “Non ho avuto tempo per guardarli. La Fiorentina è abituata a giocare le Coppe, mi auguro che questo possa tornare a succedere il prima possibile. Purtroppo non saremo impegnati durante la settimana, ma così potremo lavorare meglio durante la settimana. Abbiamo l’ambizione di tornare in Europa, ma dobbiamo guardare partita per partita”.

Sui suoi ricordi viola: “Io faccio fatica a ricordare l’ultima partita a Firenze. Un tifoso è venuto a salutarmi e mi ha fatto vedere un mio rigore contro l’Atletico Madrid. Mi auguro che gli episodi da allenatore siano migliori di quelli da calciatore”.

Sulla sfida del Bernabeu: “La squadra sa che bisogna lavorare bene, quella era un’occasione per mettere minutaggio importante contro un avversario importante. Ho visto buone situazioni, ma possiamo ancora migliorare soprattutto sulle fasi di non possesso. Dovremo fare una gara senza palla molto attenta e aggressiva nelle ripartenze”.

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.