Il Napoli verso la Juve tra mercato, dubbi di formazione e la speciale statistica di Lozano

Il Napoli e la Juventus, due compagini che si danno da anni battaglia in Italia. I partenopei provano ormai da più di tre anni a vincere lo scudetto provando a scalzare dal trono gli odiati rivali bianconeri. Sabato, all’Allianz Stadium, sarà ancora una volta così.

Mai però come in quest’occasione, sono numerosi i dubbi che aleggiano all’ombra del Vesuvio. Il primo riguarda la formazione iniziale. Milik e Lozano sono al 100%, entrambi vogliono giocare, ma difficile sarà partire dall’inizio. In particolar modo in seguito alla prestazione mostruosa contro la Fiorentina del trio Insigne-Callejon-Mertens.

Le qualità di Lozano sono però indiscusse, e lo stesso calciatore messicano nella conferenza stampa di presentazione afferma: “Contro la Juventus la gara che tutti vorrebbero giocare, poi…io segno sempre al debutto“. I numeri poi, non possono che dargli ragione. Nel 2014, subentrando all’83’ a Jürgen Damm, contro il Club América, trova il gol all’esordio, a soli 19 anni. Replica ciò nel 2017, col PSV, al debutto nel campionato olandese contro l’AZ Alkmaar, firmando una delle reti nel pirotecnico successo 3-2 dei suoi. Un particolare detto afferma poi che: non c’è due senza tre…sarà quindi questa la volta giusta?

Mercato bollente

Settimana finale col sogno Icardi. Tramontata quasi del tutto l’ipotesi dello sbarco nel napoletano del blancos James Rodriguez, si vira tutto (o quasi) sull’attaccante dell’Inter. L’argentino dopo l’ultimo colloquio con la dirigente nerazzurra ha avuto sarebbe più propenso all’addio. Intanto si lavora anche sul fronte delle cessioni, con Hisaj, Chiriches ed uno tra Verdi ed Ounas con la valigia in mano. Insomma, il Napoli deve sfoltire la rosa per arrivare non solo preparati alla consegna delle liste Uefa, ma anche per avere una squadra collaudata senza “malcontenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.