Inter-Sampdoria, la frenesia dei nerazzurri domata da Quagliarella e Schick

Il posticipo della Serie A si gioca sul prato di San Siro con Inter-Sampdoria.

I nerazzurri rincorrono il sogno Champions, e quanto meno il quarto posto in classifica. I blucerchiati, invece, lottano e corrono per la magliae la voglia di non sfigurare.

I nerazzurri partono bene ed arrivano più volte alla conclusione, con Candreva l’occasione più limpida.

Per i doriani il primo ad andare vicino al goal è Quagliarella, colpendo il palo, e poi Schick, che spara fuori.

Per vedere il risultato sbloccarsi, però, bisogna attendere il minuto 35′ con D’Ambrosio che la mette dentro, su assist di Candreva che era in fuorigioco.

La ripresa parte subito forte, con gli ospiti che entrano bene in campo e trovano il pari con Schick. Seconda frazione che continua a ritmi alti, specialmente quando sopraggiunge la stanchezza e le squadre si allungano.

L’Inter crea tanto ma spreca molto, in particolare Icardi spara in curva a 50 cm dalla porta. La Sampdoria, invece, va vicina alla rete con Quagliarella che trova Handanovic.

Duello che si ripropone al minuto 85′ ma dal dischetto. Brozovic tocca con la mano e Celi fischia un rigore per i blucerchiati. L’attaccante stabiese si presenta dagli 11 metri ed insacca.

La gara termina con il forcing finale degli uomini di Pioli che non porta ai risultati sperati.

Giampaolo ed i suoi raggiungono la salvezza matematica, che non era però in dubbio.

La curiosità vuole che Inter-Sampdoria non vedeva la vittoria ospite da 21 anni.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi; Gagliardini(Kondogbia 45′), Brozovic; Candreva, Banega(Eder), Perisic(Joao Mario 77′); Icardi.

SAMPDORIA (4-3-1-2):​ Viviano; Sala(Bereszynski 16′), Silvestre, Skriniar, Dodò(Regini 70′); Barreto, Torreira, Linetty; Bruno Fernandes(Alvarez 61′); Quagliarella, Schick.

Marcatori: D’Ambrosio 35′(I); Schick 50′, Quagliarella 85′(S)

Ammoniti: Brozovic 82′, Miranda 85′(I)

Antonio Di Martino

Studente di Economia Aziendale, diplomato in ragioneria, con la passione per il calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.