Juve-Atalanta: sfida che deciderà la prima finalista di Tim Cup, ma non solo…

Juventus-Atalanta, in palio non c’è solo la finale di Coppa Italia…

Manca ormai poco più di un’ora alla semifinale di ritorno tra Juventus-Atalanta, in programma all’Allianz Stadium di Torino (ore 17.30). Bianconeri favoriti, non solo sulla carta, ma anche in virtù dello 0-1 di Bergamo maturato nella gara di andata. I nerazzurri però non hanno nulla da perdere, per cui proveranno a fare l’impresa. La neve stavolta non comprometterà il regolare svolgimento del match, a differenza di quanto accaduto domenica in campionato.

Tre giorni dopo però sarà tutta un’altra partita. Innanzitutto si tratta di una sfida ad eliminazione diretta e quindi il margine di errore sarà ancora più basso. Inoltre, sia Allegri che Gasperini, schiereranno la miglior formazione possibile, infortuni e squalifiche permettendo. La Vecchia Signora infatti dovrà fare a meno di Higuain, Cuadrado e Bernardeschi, mentre la Dea dovrà rinunciare a Petagna (lesione ad un muscolo addominale) e Toloi (fermato un turno dal giudice sportivo. Questo doppio confronto però non decreterà solamente la prima finalista della Coppa Italia 2017-2018, ma anche l’accesso alla prossima edizione dell’Europa League.

I possibili scenari

Analizziamo quindi tutti i possibili scenari, partendo dall’esito più pronosticabile. Con una vittoria della Juve infatti si spalancherebbero le porte europee alla settima classificata del campionato in corso. Questo perché i Campioni d’Italia in carica, la Lazio (soprattutto) ed il Milan probabilmente riusciranno ad ottenere un piazzamento in Coppa senza avere “bisogno” di vincere la Tim Cup. E se tutto ciò dovesse verificarsi la lotte per accaparrarsi l’ultimo posto disponibile sarebbe tra Atalanta, Sampdoria e per il momento anche il Milan. Più staccate invece Torino e Fiorentina. La combinazione perfetta per le squadre appena citate quindi sarebbe una finale tra Juventus e Lazio, attualmente la seconda e la terza forza della Serie A.

Ora però dedichiamoci al rovescio della medaglia, ovvero un successo della squadra di Gasperini. In questo caso infatti il ritorno nell’ex Coppa Uefa per il secondo anno consecutivo diventerebbe una semplice formalità per gli orobici. Lazio e Milan infatti, a meno di clamorosi colpi di scena, dovrebbero far parte delle prime sei squadre. Ancora meglio se l’Atalanta dovesse addirittura portarsi a casa la Coppa Nazionale. Un’ipotesi che però farebbe decadere la lotta per il 7′ posto, ma solo se i bergamaschi dovessero chiudere il campionato dall’ottava posizione in giù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.