La rivincita di Juric: dagli esoneri alla sorprendente “favola Verona”

In un campionato di Serie A che si sta dimostrando forse il più bello e combattuto degli ultimi anni, una delle note più liete è sicuramente il Verona di Juric. Gli Scaligeri, tornati in nella massima serie dopo un anno di B, stanno impressionando tutti giocando un gran calcio con sorprendenti risultati.

La vittoria con la Juventus di sabato sera è una delle dimostrazioni di quanto la squadra di Juric stia lavorando bene per togliersi grosse soddisfazioni, divertirsi e far divertire i propri tifosi. Tre gare consecutive, contro Milan, Lazio e Juventus e ben 5 punti in cascina con due pareggi in trasferta ed una vittoria in casa. Questi sono solo alcuni dei numeri che stanno facendo sognare tutta Verona. Gli altri recitano otto risultati utili consecutivi, 34 punti in classifica ed un sesto posto a meno cinque dalla Roma quinta e quindi da una qualificazione in Europa League che sarebbe storica.

Il lavoro di Juric e dei suoi ragazzi è stato ed è strepitoso, un’annata ricca di soddisfazioni ed un risultato (almeno per ora) ben al di sopra dell’obiettivo salvezza iniziale. Il tecnico, dopo la storica promozione con il Crotone, è tornato a sorridere e a riprendersi tutto dopo le polemiche e i vari esoneri che fin qui avevano caratterizzato la sua carriera. Buone notizie anche dal punto di vista economico sul fronte mercato. I vari Rrahmani, Kumbulla, Amrabat, ma anche Pessina, Verre, Zaccagni sono stati e saranno protagonisti nelle prossime sessioni e potranno portare diversi milioni nelle casse gialloblu. La “favola Verona” ha impressionato tutti ed ha risposto sul campo allo scetticismo iniziale, la squadra di Juric vuole continuare così, sulle ali dell’entusiasmo, per togliersi tutte le soddisfazioni possibili e scrivere, passo dopo passo, una storia perfetta.

 

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.