La Sampdoria non sbaglia, Pescara steso 3-1!

Nel secondo anticipo di giornata si sfidano a “Marassi” la Sampdoria di Giampaolo e il Pescara di Zeman, oggi a quota mille panchine in carriera.

Il Pescara ci prova subito e, al 2′, Cerri va via da solo contro due avversari e prova il destro dal limite, palla alta di poco. Subito dopo Caprari parte dalla sinistra, si accentra e appoggia per Memushaj, tiro alto. La Samp comincia a farsi sotto e Bruno Fernandes, al 10′, prova la conclusione ma la deviazione di un difensore fa spegnere l’acuto sul fondo. Al 18′ i blucerchiati passano in vantaggio: fantastica azione di Muriel che va via sulla destra e, dal fondo, serve Bruno Fernandes che batte Bizzarri. Il Pescara prova a rispondere e, al 21′, Zampano crossa per Caprari, rovesciata dell’attaccante bloccata da Viviano. I biancazzurri insistono e, al 31′, pareggiano: Benali riceve da Zampano, cross basso su cui si avventa Cerri che fredda Viviano. Al 35′ la Samp ci prova di nuovo: Muriel riceve palla al limite, tiro che trova la parata di Bizzarri, ancora Muriel di testa sfiora il palo. Al 37′ Barreto prova la battuta dalla distanza, Bizzarri risponde con un buon intervento e concede il corner. Il primo tempo si chiude sull’1-1. In avvio di ripresa ci prova subito Cerri per il Pescara, tiro sul primo palo bloccato da Viviano. Al 3′ Pavlovic batte una gran punizione e trova il colpo di testa di Barreto, palla fuori di poco. All’8′ Praet prova la conclusione dal limite, Bizzarri devia in corner. Al 13′ ci pensa Fabio Quagliarella a raccogliere un cross dalla destra e ad insaccare di testa il 2-1 della Samp, per lui è il terzo centro consecutivo. Al 20′ il Pescara perde palla in attacco e subisce il contropiede dei padroni di casa, Schick conclude dal limite trovando la respinta di Bizzarri, Bruno Fernandes va sulla ribattuta e non trova la porta. Al 23′, però, Schick non sbaglia sulla verticalizzazione di Torreira e batte Bizzarri. Samp che non corre grandi pericoli e, al 38′, prova a battere Bizzarri con Linetti che conclude in diagonale, sfera sul fondo. Il Pescara attacca nel finale in modo velleitario e cade 3-1 a Genova contro una Samp più decisa e più pericolosa sotto porta.

Il tabellino del match

SAMPDORIA-PESCARA 3-1
(primo tempo 1-1)
MARCATORI: 18′ p.t. Fernandes (S), 32′ p.t. Cerri (P), 13′ s.t. Quagliarella (S), 23′ s.t. Schick (S).
SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Sala (dal 38′ s.t. Bereszynski), Silvestre, Skriniar, Pavlovic; Barreto (dal 29′ s.t. Linetty), Torreira, Praet; Fernandes; Muriel (dal 17′ s.t. Schick), Quagliarella. (Puggioni, Regini, Simic, Dodò, Palombo, Cigarini, Djuricic, Alvarez, Budimir). All. Giampaolo.
PESCARA (4-3-3): Bizzarri; Zampano, Stendardo, Coda (dal 38′ s.t. Fornasier), Biraghi; Verre (dal 43′ s.t. Brugman), Bruno, Memushaj; Benali, Cerri (dal 30′ s.t. Kastanos), Caprari. (Fiorillo, Muric, Crescenzi, Milicevic, Cubas, Muntari). All. Zeman.
ARBITRO: Pasqua di Tivoli.
NOTE: ammoniti Coda (P) e Bruno (P) per gioco scorretto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.