Lazio – Napoli, banchetto azzurro all’Olimpico con brindisi dal retrogusto di Champions

Dopo la settimana dell’illusione in Coppa Italia, infranta dalla zampata dell’amore tormentato Higuain, il Napoli si presenta allo stadio Olimpico dinnanzi alla Lazio di Simone Inzaghi. I biancocelesti, sulle ali dell’entusiasmo grazie alla qualificazione ai danni della Roma in Coppa Italia, cercano la vittoria che consentirebbe di intravedere il terzo posto attualmente occupato dal Napoli. Dall’altra i partenopei non possono permettersi errori per evitare di ritrovarsi risucchiati nella parte finale di stagione e quindi auspicano una vittoria che notificherebbe la quasi certezza del terzo posto. Dallo stadio Olimpico in Roma benvenuti per Lazio – Napoli, vento di Champions League che soffia sul manto erboso della capitale.
Inizia la gara con una trama già intuibile dalle prime battute, azzurri (oggi in casacca nera) totalmente padroni del rettangolo di gioco, mentre la truppa Inzaghiana permane rintanta nei propri quaranta metri pronta a ripartire. Ma al minuto 25 i partenopei concretizzano il lungo predominio grazie alla rete di Josè Maria Callejon servito dal solito Marek Hamsik, in un periodo di forma smagliante. Il vantaggio ospite non scuote i capitolini che anzi mostrano di subire il colpo non riuscendo ad organizzare una reazione degna di nota. Finisce così la prima frazione di gara con la banda in nero avanti per una rete a zero.
Nella ripresa chi si attendeva un atteggiamento diverso della Lazio rimarrà deluso, infatti al minuto 51 è Lorenzo Insigne a far scorrere i titoli di coda nella notte dell’Olimpico con un tocco dolce che, lemme lemme, accarezza il palo e si insacca alle spalle dell’estremo difensore biancoceleste vanamente proteso in uscita. Gli ultimi minuti saranno di pura accademia, troppo sterile la reazione laziale, addirittura nei minuti di recupero è ancora Lorenzo “Il Magnifico” a realizzare il tris partenopeo e rendere il passivo ancora più pesante per i padroni di casa. Finisce così, con il solito spettacolo mostrato dalla truppa Sarriana che, grazie al tre a zero di questa sera, blinda la terza piazza. Vittoria inopinata degli azzurri al cospetto di una Lazio troppo debole e, forse, con la testa ancora ai bagordi post derby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.