Milan, dov’è finito Caldara?

A Milano, sponda rossonera, si attende il ritorno in gruppo di Mattia Caldara, da mesi costretto a star lontano dal rettangolo verde a causa di vari problemi fisici.

Il classe ’94 viene acquistato dal Milan nell’estate 2018, nell’operazione che ha riportato Leonardo Bonucci alla Juventus, ma con la maglia del Diavolo giocherà soltanto due partite: la prima il 20 settembre, contro il Dudelange in Europa League, la seconda invece il 24 di aprile, in Coppa Italia contro la Lazio.

Dopo il problema al tendine d’Achille all’inizio della scorsa stagione e la successiva rottura del legamento crociato in primavera, il difensore sembra ora vedere la luce in fondo al tunnel, ma bisognerà fare le cose con calma.

L’ex Atalanta sta lavorando a parte a Milanello, ma con l’arrivo di ottobre dovrebbe nuovamente aggregarsi ai suoi compagni, tornando ad essere a disposizione del suo nuovo allenatore.

A quel punto sarà proprio compito di Giampaolo dare fiducia al 25enne, dopo un’annata maledetta. Grandi aspettative ruotavano attorno al giocatore e, tuttora, si è certi possa essere il futuro del Milan e della Nazionale, formando assieme a Romagnoli una coppia di grande livello.

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.