Milan, chiarita la questione relativa alle fideiussioni di Biglia e Bonucci

Milan, chiarezza sulle fideiussioni di Biglia e Bonucci

In casa Milan è arrivata chiarezza sul caso fideiussioni, relativo a Biglia e Bonucci. Come i più attenti ricorderanno, sia l’argentino che l’ex juventino non avevano potuto essere a disposizione di Vincenzo Montella per il match di Europa League con il Craiova. Il motivo? Il club rossonero non aveva fatto in tempo a depositare le garanzie necessarie attraverso la Banca IFIS. Un mese esatto fa però tutto è stato risolto e i due giocatori hanno così esordito con la nuova maglia, contribuendo alla qualificazione alla fase a gironi di Europa League. A sciogliere ogni dubbio però ci ha pensato Giovanni Bossi, amministratore delegato della banca in questione, che ha ripercorso tutte le fasi di questa operazione.

Le sue parole

In una operazione di questo tipo è centrale prendere rischi in maniera consapevole e noi lo abbiamo fatto. Abbiamo guardato tutta l’operazione e abbiamo deciso che ci stava perfettamente. Per noi si è trattato di normale amministrazione. Abbiamo chiuso in tempi stretti, visto che in questi casi la rapidità premia. Non è stata una cifra enorme e in ogni caso noi da quasi venti anni lavoriamo con le squadre di calcio di serie A e B. E’ un filone di cui ci siamo sempre occupati: ogni anni finanziamo e/o garantiamo fino a sei club e non per 500 mila euro ma per importi ben maggiori. Sappiamo fare le nostre valutazioni e lo abbiamo fatto anche nel caso di Bonucci e Biglia. Il nostro costo del rischio di credito è tra i più bassi del sistema mentre la qualità del credito è tra le più alte“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.