Milan, giusto esonerare Montella? Squadra a Gattuso per la svolta

Era nell’aria e con il pareggio 0-0 con il Torino, che sa molto di sconfitta, è arrivato l’esonero di Montella dalla panchina del Milan. I dirigenti Fassone e Mirabelli, dopo una call conference con il presidente hanno deciso di sollevare il tecnico campano dall’incarico. L’obiettivo è provare a dare una scossa alla squadra e muovere quella classifica che già a fine Novembre esclude il Milan dalla corsa al quarto posto.

Con Montella una squadra senza anima e senza idee, che più di una volta ha mostrato dei limiti davvero impensabili quest’estate arricchita da grandi colpi e una campagna acquisti che aveva fatto ben sperare. A quanto pare però i quasi 250 milioni spesi sono serviti a poco a giudicare dalla classifica e dai problemi mostrati dai rossoneri. L’attacco non gira, i gol non arrivano e il centrocampo ha tanto da migliorare. Come se non bastasse la difesa commette qualche volta grossolani errori.

Si riparte da Gattuso

Ripartire dunque la parola d’ordine che risuona in quel di Milanello da oltre due mesi, con una scossa in più grazie all’arrivo di Gennaro Gattuso. L’ormai ex tecnico della Primavera è stato scelto come traghettatore fino a Giugno, per decidere con calma cosa fare in futuro. Un tecnico con grande carisma e grande personalità, rossonero nell’anima, che dovrà trascinare il Milan ad una ripresa che appare quasi impossibile. Scelta fatta quindi, ora spetta a Gattuso invertire la tendenza per evitare un Seedorf-Brocchi bis che tutti hanno paura a rivivere.

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.