Milan, Leao in gran spolvero in Nazionale. Possibile chance a Verona?

Rafael Leao desta grande curiosità. Addetti ai lavori e non, ne parlano come un potenziale campioncino e i tifosi rossoneri sono impazienti di vederlo in campo (per più dei 15 minuti scarsi ad Udine). Il portoghese ha ben impressionato con la sua Nazionale Under 21 nei turni di qualificazione ai prossimi europei: gol a parte, si è mostrato a tratti di un livello superiore per i suoi pari età.

D’altronde la sua stazza e la sua velocità lo rendono spesso immarcabile. Caratteristiche che servono come il pane anche al Milan. Domenica si torna in campo in quel di Verona. Si prospetta una gara tosta, sulla falsa riga di quella di Udine, con i padroni di casa che si chiuderanno e occuperanno con grande attenzione tutti gli spazi per poi cercare di pungere in ripartenza. Il Milan storicamente ha sempre sofferto squadre così, soprattutto se la fase offensiva ancora non è registrata a dovere.

Mister Giampaolo non ha ancora sciolto le riserve per quanto riguarda la formazione da schierare. Rebic arrivato lunedì, ha svolto solo ieri un allenamento personalizzato e difficilmente potrà essere in campo dal primo minuto. Qualora si continuasse con questa sorta di 4-3-2-1, le quotazioni di Calhanoglu da trequartista con Paquetà mezzala sono alte. Da valutare però come rientrerà il brasiliano, ultimo dei nazionali a tornare a Milanello. In caso contrario sempre viva l’opzione Castillejo ma a quel punto perché non provare a sparigliare le carte inserendo un giocatore come Leao di cui allenatori e giocatori avversari non conoscono bene? Il portoghese con mansioni ad allargarsi e partire in progressione per poi entrare dentro al campo e affiancare Piatek potrebbe avvantaggiare il polacco rendendolo più libero. Vedremo il tecnico di Bellinzona quale delle tre opzioni vaglierà.

Antonio Barbato

Laureato in Culture Digitali e della Comunicazione presso il dipartimento di Scienze Sociali della Federico II di Napoli. Ho conseguito un attestato di frequenza per il corso base di giornalismo, presso il centro di documentazione giornalistica di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.