Milan, Montella: “Portiamo avanti la nostra idea di gioco, orgoglioso di questa squadra”

Le parole del tecnico rossonero Vincenzo Montella alla vigilia della trasferta all’ Olimpico contro la Lazio. Ecco quanto emerso:

Su Berlusconi: “Non l’ho sentito dopo Bologna”.

Sul piano fisico e mentale: “Ieri ho visto meglio i ragazzi dal punto mentale rispetto a giovedì e venerdì. E oggi li vedrò ancora meglio”.

Sul gioco: “Noi finora stiamo portando avanti i nostri principi di gioco. Davanti non abbiamo gente alta, quindi non possiamo fare troppi lanci. Noi dobbiamo continuare a fare quello che sappiamo fare. Anche se cambiano gli interpreti, la filosofia rimane la stessa. Domani dovremo tenere palla il più possibile”.

Sulla colonna sonora della stagione: “Direi ‘Volare'”

Sull’Europa: “La gara di domani è importante ma non decisiva, mancano ancora tante partite alla fine del campionato”.

Su Gustavo Gomez: “E’ un giocatore sempre attento e aggressivo, difensore puro. Sta crescendo”.

Su Lapadula: “E’ un guerriero, da allenatore sai che dà sempre il 100% quando gioca. Lo vedo un po’ in calo fisicamente, forse avrebbe bisogno di giocare di più per rendere al meglio. So di poter contare sempre su di lui”.

Su Deulofeu e Suso: “Il recupero è importante come l’allenamento. Non li abbiamo obbligati a venire qui dopo Bologna per andare nella vasca di ghiaccio, con loro c’era anche Vangioni. Sono venuti con l’ok dello staff medico”.

Sul falso nueve: “Deulofeu è arrivato da poco, e anche Ocampos. Ci sono tante cose da valutare”.

Su Keita: “Non parla mai dei giocatori degli altri, anche se non c’è il mercato ora. Keita ha potenzialità importanti e per fortuna della Lazio gioca con loro”.

Sul momento della squadra: “Nell’ultimo periodo abbiamo fatto grandi prestazioni ma non abbiamo vinto. Per superare le difficoltà ci stiamo mettendo grande carattere. L’ultimo step è sicuramente il più difficile”.

Sulla formazione: “La difesa è quella, ho un dubbio in mezzo e in attacco”.

Su Simone Inzaghi: “C’è un ottimo rapporto, mi ha sorpreso molto quest’anno perchè ha dimostrato di saper guidare una squadra importante come la Lazio, si sta mettendo in mostra in una grande piazza”.

Sui suoi derby contro la Lazio: “Ricordo bene il primo derby che ho vinto 4-1. Io ho un ottimo rapporto con i laziali, sento la loro stima anche se siamo stati avversari a lungo”.

Su Paletta: “Contro la Samp ha fatto la migliore partita della stagione, ma poi ha fatto un errore sul rigore. Ha giocato tanto, sta facendo una grande stagione”.

Su Deulofeu: “Nessuno se lo aspettava. Va bene premiare mediaticamente il suo momento, ma io voglio premiare anche il lavoro degli altri”.

Su Bacca: “E’ un giocatore importante e io mio compito è quello di farlo rendere al meglio. Se non lo fa, la colpa mia. In passato ha fatto meglio rispetto ad ora, non solo in termini di gol. Domani titolare o panchina? Non anticipo mai la formazione”.

Sulle espulsioni: “C’è stata qualche espulsione di troppo, a volte può capitare di esagerare per la voglia di recuperare il pallone”.

Sulla Lazio: “Noi dobbiamo pensare solo al nostro cammino. Serve massima partecipazione e mercoledì lo abbiamo visto bene. Loro sono una squadra importante, ma noi dobbiamo pensare solo a noi e fare del nostro meglio”.

Sulle ripartenze: “A Bologna non abbiamo segnato in contropiede, Gustavo Gomez era a centrocampo quando ha recuperato il pallone e ha lanciato Deulofeu. La Lazio è una squadra che aspetta molto, quindi sarà normale fare la partita”.

Sul Bologna: “Stiamo lavorando tanto che arriviamo con pochi uomini in area di rigore. A Bologna abbiamo fatto meglio in 9 che in 11 in questo senso. Serve maggiore coraggio”.

Sullo spirito della squadra: “I ragazzi sono molto uniti e vogliono raggiungere obiettivi importanti tutti insieme. Questa è una squadra e di questo sono orgoglioso”.

Su Vangioni: “Ha dimostrato grande professionalità. E’ arrivato con un infortunio muscolare, poi è rientrato e ha impiegato un po’ ad adattarsi al nostro calcio. Poi si è fatto male e ha perso un altro mese. Se fosse stato un destro avrebbe avuto più possibilità di giocare. Abbiamo deciso di tenerlo insieme alla società, ora sta dimostrando le sue qualità anche in una situazione difficile”.

Sulle seconde linee: “Faccio i complimenti a tutti loro, hanno avuto lo spirito dei grandi giocatori. Li ringrazio ancora. Questo spirito va visto sempre in campo”.

Sull’impresa contro il Bologna: “Sono fortemente orgoglioso della squadra. Abbiamo un grande spirito, sono orgoglioso di allenare questi ragazzi. Abbiamo obiettivi importanti e per raggiungerli serve lo stesso spirito di Bologna”.

Francesco Lupo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.