Milan, tra Pioli e Piatek tarda a scoccare la scintilla. Ma il Napoli rievoca bei ricordi

Prima Giampaolo poi Pioli. La costante è una sola: Piatek fatica a segnare. Eppure le sue occasioni le ha avute, basti pensare alla Juventus, ma sembra che la sua glacialità si sia smarrita.

Pioli sta cercando di esaltare al meglio le caratteristiche degli uomini a disposizione e di giocare un calcio offensivo. Al di là dei risultati che faticano ad arrivare, è innegabile come i rossoneri creino e tirino molto di più. Il problema è la finalizzazione e allora è scontato che il mirino ricada su Piatek.

Il polacco che all’orizzonte intravede il Napoli. E la mente subito torna allo scorso anno dove tutto inizió. Prima il debutto in campionato subentrando e rendendosi pericoloso, poi la strepitosa doppietta che eliminó i partenopei dalla Coppa Italia. Che sia di buon auspicio per un nuovo inizio?

Antonio Barbato

Laureato in Culture Digitali e della Comunicazione presso il dipartimento di Scienze Sociali della Federico II di Napoli. Ho conseguito un attestato di frequenza per il corso base di giornalismo, presso il centro di documentazione giornalistica di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.