Napoli, De Laurentiis e Twitter: prove di disgelo con la squadra?

Il presidente del Napoli affida al noto canale social le proprie considerazioni post gara. Elogi alla squadra e contrasto ai “gufi”

Un pareggio che fa bene all’animo, al morale e alla classifica. Quel punto conquistato ad Anfield contro il Liverpool racchiude tutto questo. Il miglior modo per superare questo momento di crisi era proprio questo: giocare bene, giocare a calcio, contro i campioni in carica. Lo sa bene Carlo Ancelotti, che nel post partita ha così commentato: “Pareggiare qua non è facile. Ci siamo abbassati tanto ma d’altronde col Liverpool devi giocare così. Siamo usciti vivi e vegeti, il girone si è messo bene e ora avremo l’ultima partita in casa e anche il Liverpool sarà costretto a impegnarsi fino all’ultimo”. Di Lorenzo al posto di Callejon: “Sono cambiati gli interpreti ma non è cambiata la linea. Di Lorenzo ha giocato aperto quando avevamo la palla e in fase difensiva era sulla linea dei centrocampisti. Oggi abbiamo pressato meno nell’area avversaria perché il Liverpool ha enormi qualità di palleggio”.

E alle domande sulla situazione venutasi a creare nelle scorse settimane e sul rapporto col presidente…: “È iniziato il disgelo con il presidente? Già c’è il disgelo anche se stasera faceva molto freddo…”. Ha poi aggiunto: “Il presidente è molto contento per la bella partita. S’è parlato tanto ma questo è un ambiente sano, soprattutto all’interno dello spogliatoio. C’è la volontà da parte di tutti di uscire da questo momento. Ci sono state tante critiche e ce ne saranno ancora ma bisognerebbe essere tutti un po’ più obbiettivi. I momenti di difficoltà nel calcio ci sono sempre stati e noi non abbiamo mai perso la testa. La strada intrapresa è quella giusta”.

IL COMMENTO DI DE LAURENTIIS

Il presidente De Laurentiis ha affidato ad un tweet le proprie considerazione: “Con Ancelotti e con questa squadra abbiamo ottenuto due vittorie e un pareggio contro un Liverpool stracampione. Risultati ottenuti contro chi gufa addossando il non rendimento a rinnovi non effettuati. Questa partita è la risposta definitiva. Bravo l’allenatore e bravi i nostri calciatori. Adesso tutti a testa bassa a lavorare duro e a considerare le prossime partite come se tutte fossero contro il Liverpool. Non dobbiamo oggi parlare di misure societarie con i giocatori. Queste vicende le risolveremo tra noi senza pressioni o condizionamenti esterni”. Insomma, dopo il bastone, ora tocca alla carota?

Francesco Cipriani

Studente di legge e aspirante giornalista. Appassionato di calcio e di sport in generale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.