L’occasione fa l’uomo ladro: Icardi e De Laurentiis

Aurelio De Laurentiis è tra i presidenti più istrionici degli ultimi anni. Le sue esternazioni spesso sono dettate dal momento, altre volte sono più ragionate, di certo non sono mai banali. Le ultime parole del numero uno del Napoli hanno raccontato in lungo e largo l’estate azzurra. Dal restyling del San Paolo al mercato, dalla SuperLega a possibili variazioni nel regolamento del calcio. Proprio il calciomercato è al centro del dibattito sportivo, con i tifosi che aspettano trepidanti nuovi arrivi, e se di James Rodriguez se ne parla da settimane, l’affare che potrebbe entrare nel vivo potrebbe riguardare Mauro Icardi. 

L’occasione fa l’uomo ladro: Icardi e De Laurentiis

Quella di Mauro Icardi al Napoli non è un invenzione dei giornali, anche se De Laurentiis ne ha smentito l’interesse. Il presidente azzurro sa che per un’operazione simile bisogna agire con pazienza e tranquillità, per questo mantiene un profilo basso. La verità non detta racconta di un pourparler che c’è stato tra le parti, di un abbozzo di trattativa tra le società e di un discorso fatto col giocatore per quanto riguarda l’ingaggio, ma tutto terminato con un “no, grazie”.

Bassa sia l’offerta all’Inter che quella pervenuta a Wanda Nara per il suo assistito, e marito. Il club spera infatti di ricevere proposte migliori, mentre l’ex capitano sta provando ancora a riconquistarsi un posto in squadra e vuole sfruttare questo ritiro per farlo. Nessuna rottura, semplicemente un cordiale rifiuto che sa di arrivederci e non di addio. Perché De Laurentiis potrà esser istrionico ma di certo non è stupido. Sa benissimo come il numero 9 nerazzurro sia la vera occasione di questo mercato, e lui le occasioni non se l’è mai fatte sfuggire, non senza averci provato almeno. Così come sta facendo proprio per James.

Oggi il valore economico dell’argentino è crollato, passando dai 110 milioni dell’estate scorsa ai 60 di questa, ma quello tecnico non si discute. Averlo in “saldo” rappresenterebbe un’occasione di mercato ed il presidente del Napoli lo sa bene, per questo sta aspettando. Senza fretta. Proprio come ha detto in conferenza: “La nostra è una squadra già forte, va migliorata con pazienza, e poi Icardi vuole la Juventus”. Se l’ultima frase ha l’obiettivo di provare a spingere l’attaccante ad aprire agli azzurri, l’intenzione primaria è attendere ancora qualche giorno, osservare gli effetti del ritiro sull’evoluzione del rapporto tra Conte ed il calciatore, e ripresentare un’offerta leggermente rialzata, dando inizio ad un tira e molla che potrebbe durare tutta l’estate.

Antonio Di Martino

Studente di Economia Aziendale, diplomato in ragioneria, con la passione per il calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.