Napoli, la squadra migliora e i ricavi aumentano. È un triennio milionario!

Le squadre di calcio sono diventate ormai da anni vere e proprie aziende. Con l’arrivo di proprietà straniere in Italia i presidenti sono passati dai vecchi “Primi tifosi” a dei veri e propri uomini d’affari. È chiaro però che i soldi non nascono sugli alberi e derivino sia dai risultati sul campo che dal mercato. Una squadra che in questi anni è riuscita ad ottenere ottimi risultati è stata proprio il Napoli di Aurelio De Laurentiis. Tutti conoscono la storia azzurra e sanno che prima di queste annate da vertice si è passati addirittura da un fallimento societario.

Grazie al nuovo patron gli azzurri sono però tornati ai vertici, proprio come negli anni storici di Maradona. E, se a volte i tifosi non sono d’accordo con le scelte del loro presidente, è innegabile che lui sia stato l’artefice di questa rinascita. Il portale di Calcio e Finanza ha stimato i ricavi del Napoli negli ultimi tre anni mostrando dati davvero sorprendenti.

Gli azzurri nella stagione 2014/15 hanno incassato 143,39 milioni di euro, una cifra di tutto rispetto ma non equiparabile a quelle incassate dalle big europee. L’anno successivo la squadra partenopea ha leggermente migliorato il suo dato arrivando a 155,35 milioni. Una leggera miglioria data anche dall’accesso diretto in Champions League, non ottenuto l’anno prima. I numeri sorprendenti sono però quelli di quest’anno. La società campana ha infatti messo nelle casse del club 307,872 milioni, circa il doppio dell’anno precedente. L’approdo agli ottavi di Champions League e la costosa cessione di Higuain hanno senza dubbio fatto girare la testa ai contabili di Castel Volturno. Gli azzurri sono addirittura riusciti a non considerare il terzo posto ottenuto alla fine della stagione.

Ciò dimostra quanto il lavoro di De Laurentiis, assistito anche da un ottimo dirigente come Giuntoli, sia solamente giovando al Napoli. Nel giro di pochi anni gli azzurri potrebbero avvicinarsi maggiormente ai top club che però vantano di uno stadio proprio…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.